Home | Economia | Ricerca e innovazione | A pieno regime lo «sportello internazionale» della FEM

A pieno regime lo «sportello internazionale» della FEM

Il 20 per cento del personale del Centro ricerca della Fondazione Edmund Mach è straniero e proviene da ben 29 nazioni

E’ entrata a pieno regime l’attività del «welcome office», l’ufficio accoglienza del personale di ricerca proveniente da paesi esteri della Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige che ha registrato dal 2008 ad oggi oltre 120 pratiche per nuovi arrivi, di cui 15 permessi di soggiorno per lavoro, 15 permessi di soggiorno per studio, 30 visti di ingresso e 60 pratiche di supporto alla ricerca di alloggi.
Lo sportello supporta ricercatori, tecnologi e studenti del programma di dottorato; espleta pratiche burocratiche e agevola l`inserimento lavorativo e sociale del personale internazionale organizzando, ad esempio, corsi di lingua e cultura italiana.
 
Ad oggi su 287 persone che operano presso il Centro ricerca e innovazione i ricercatori provenienti da paesi esteri ammontano al 20% e provengono da 29 paesi, soprattutto India, Cina, Germania, Olanda, Grecia.
«L’apporto dei ricercatori internazionali alle attività della Fondazione ed alla qualità della produzione scientifica, è significativo-, afferma Roberto Viola, dirigente del Centro ricerca e innovazione presso il quale il welcome office è collocato-. Nel 2011 questi ricercatori hanno contribuito direttamente alla produzione di oltre il 20% delle nostre pubblicazioni scientifiche».
 
L’ufficio di welcome si avvale del tavolo della mobilità internazionale promosso dal Servizio ricerca della Provincia autonoma di Trento e di una forte collaborazione con la Questura di Trento.
Recentemente, inoltre, altri due importanti obiettivi sono stati raggiunti: il riconoscimento della Fondazione Mach come organizzazione che adotta la Carta europea dei ricercatori e il Codice di condotta per l’assunzione di ricercatori, un insieme di principi generali e requisiti che specificano il ruolo, le responsabilità e i diritti dei ricercatori e delle persone che assumono e finanziano i ricercatori; la registrazione del welcome office del Cri nel network di Euraxess, un servizio creato dalla Commissione Europea a supporto della mobilità internazionale.
 
http://goo.gl/U6AYI  
http://ec.europa.eu/euraxess
http://www.euraxess.it/services/types.php?voce=Centres&pag=centres

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Un occhio sulla società

di Alberto Pattini

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Pensieri e parole

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Parla lo psicoanalista

di Giuseppe Maiolo

La grande Cucina

di Massimiliano Putortì

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco Demozzi