Home | Economia | Ricerca e innovazione | Max Plank innovation di Monaco «studia» Trentino Sviluppo

Max Plank innovation di Monaco «studia» Trentino Sviluppo

Lo start up manager Florian Kirschenhofer in visita a Rovereto

Il modello di incubazione messo a punto da Trentino Sviluppo continua ad attirare l’interesse di enti e agenzie estere. Inserito dall’Unione Europea tra i 10 casi di successo segnalati nella guida «The Smart Guide to Innovation Based Incubators (IBI)», già impegnato in Ucraina, su mandato della stessa UE, per sostenere l’avvio di una rete di BIC nella regione di Kharkiv, nei giorni scorsi è stato in visita a Rovereto Florian Kirschenhofer, start up manager del Max Planck Innovation.
Società con sede a Monaco di Baviera, il Max Planck Innovation opera nella commercializzazione di brevetti e tecnologie per il settore industriale e svolge attività di tutoraggio alle start up nate da 80 centri di ricerca nazionali tedeschi.
 
La trasferta trentina di Florian Kirschenhofer era finalizzata a capire meglio e «toccare con mano» il modello di incubazione di Trentino Sviluppo, in quanto Max Planck Innovation sta pianificando l’apertura di alcuni incubatori.
L’incontro è stato anche l’occasione  per uno scambio di informazioni relative a due modelli diversi: il Max Planck come centro di ricerca e incubazione di idee provenienti dalla ricerca di base, Trentino Sviluppo quale incubatore avente base territoriale e quale strumento di sviluppo di start up nate dal territorio.
 
Due visioni diverse per uno strumento avente il medesimo obiettivo: far nascere nuove imprese ad elevato potenziale di sviluppo.
Kirschenhofer ha visitato tre aziende insediate nel Polo Tecnologico di Rovereto, operanti nei settori della semantica, della mobilità sostenibile e della meccatronica.
 
Società fondata nel 1970 e posseduta al 100% dal Max Planck Society, una rete di 80 centri di ricerca nazionali tedeschi, Max Planck Innovation, effettua consulenza e supporta gli scienziati del Max Planck Society nella valutazione delle invenzioni e nel deposito di brevetti.
Opera nella commercializzazione di brevetti e tecnologie verso il settore industriale e svolge attività di tutoraggio delle start up nate dai risultati della ricerca dei centri di ricerca della Max Planck Society.
 
Gli Istituti Max Planck sono impegnati in numerose discipline, dalla ricerca astronomica e la cognizione alle nanotecnologie, alla genetica.
Fra le istituzioni di riferimento a livello europeo per quanto riguarda la tecnologia, la società sovrintende attualmente circa 1.200 invenzioni e ha partecipazioni in 16 società.
 
Il manager tedesco è stato quindi accompagnato da Trentino Sviluppo alla Fondazione Edmund Mach di San Michele all’Adige, dove ha approfondito le attività di collaborazione nell’ambito del trasferimento tecnologico tra l’agenzia di sviluppo locale trentina e l’Istituto Agrario.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri e parole

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Parla lo psicoanalista

di Giuseppe Maiolo

Miss Italia 2014

di Sonia Leonardi

Cucina trentina

di Franca Merz

La grande Cucina

di Massimiliano Putortì

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco Demozzi

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas