Home | Archivio | Archivio rubriche | Eco Style | Ekros Live, il gioco di ruolo dal vivo – Di Luana Di Maio

Ekros Live, il gioco di ruolo dal vivo – Di Luana Di Maio

I nostri bimbi vanno sostenuti in fase di crescita mettendo a loro disposizione abiti per travestirsi, trucchi, mollettine e nastrini per cambiare personaggio

image

Quante volte mi sento dire «Mamma giochiamo che io sono... e tu sei tu...».
Di giochi di ruolo ne sento parlare tutti i giorni nel mio mondo di mamma.
Sostenere i nostri bimbi in questa fase di crescita mettendo a loro disposizione abiti per travestirsi, trucchi, mollettine e nastrini per cambiare capigliatura, foulard e coperte per camuffarsi, è molto importante.
Questi travestimenti servono per stimolarli a fare nuove esperienze e a mettersi nei panni di qualcun altro calandosi anche nel mondo degli adulti e iniziando così a comprenderne il ruolo.
E quanto è bello per loro arrabbiarsi mentre si calano nei panni del vigile che multa o della maestra che da i compiti.Sempre detto... «che bello, beati loro che possono...!».
 
Mai avrei pensato che questi giochi in realtà li potessero fare anche gli adulti. E si possono fare all'aperto in mezzo alla natura, tema centrale della mia rubrica. Come non parlarne e condividere questa rivelazione con voi? Una sera, ad una riunione, mi imbatto in Manuel Rocchetto e Giorgio Bertoluzza, soci dell'Associazione Ekros-Live.
Mi raccontano del gioco di ruolo dal vivo, di Ekros (il mondo in cui è ambientato) e con il loro entusiasmo in pochi secondi mi sento trasportata in un' altra realtà.
 
Curiosa come sono ho già mille domande in testa e le risposte me le da Patrick Dal Seno, Presidente dell' Associazione. Innanzitutto, cosa è il gioco di Ruolo Ekros?
Il gioco di ruolo è una pratica che è sempre stata di nicchia, una attività per pochi, e per questo in pochi sanno davvero che cosa sia. Fornire una definizione è arduo, più volte nella mia vita ho tentato, ma con scarsi risultati.
Il paragone che mi piace di più proporre per tentare di spiegare che cosa effettivamente sia un gioco di ruolo è però il paragone con un libro o con uno spettacolo teatrale.
 
Tutti, o quasi, hanno letto un libro. Un libro racconta una storia, con un protagonista e gli altri personaggi, una storia che ha un inizio e una fine ed è delineata.
Stessa cosa si può dire per uno spettacolo teatrale, con la differenza che un libro è una storia che prende forma unicamente nella nostra testa, mentre uno spettacolo teatrale è “live”, ossia “dal vivo” e trasposto nella realtà.
Un gioco di ruolo racconta una storia, come un libro se il gioco è da tavolo, come uno spettacolo teatrale se è live!
 
La dinamica è simile, c’è una trama, una ambientazione (ossia una storia pregressa con personaggi, luoghi, intrecci) e ci sono i protagonisti.
Ma i protagonisti sono i giocatori! Ogni singolo partecipante al gioco partecipa con un personaggio.
Un Esempio?
Io sono Patrick e partecipo ad un gioco di ruolo. Non parteciperò come Patrick, ma con la persona che mi piacerebbe interpretare.In questo caso sono Keldon, un fiero guerriero elfo, di saldi principi, buono e magnanimo con gli amici, ma tremendo contro i nemici.
Decido io che carattere incarni Keldon e decido io quale storia abbia alle spalle e poi… lo vivo! Vivo il personaggio che mi sono creato, al cento per cento. Il mio personaggio vive nella storia ideata, interagisce con gli altri personaggi che altre persone hanno creato e che interpretano, ed è testimone in prima persona di fantastiche avventure dove poesia ed epica si fondono per far provare emozioni intense e autentiche. Associazione Ekros-Live.
 
Quale è l'obiettivo?
L’associazione Ekros-Live esiste da qualche anno ed ha come unico obiettivo quello di far divertire tutti coloro che vogliono provare a cimentarsi in una realtà fantastica, dove però le interrelazioni sociali sono autentiche, i rapporti di amicizia si saldano e i personaggi interpretati fanno emergere lati inesplorati della personalità di ognuno di noi, ci fanno crescere e maturare, ci impegnano in ragionamenti etici in cui chiedersi che cosa sia il bene e cosa sia il male diventa una questione estremamente rilevante e per nulla scontata.
Da anni sono il presidente dell’associazione e svolgo il ruolo di Master all’interno del gioco di ruolo di Ekros-Live, e mai come in questi anni ho sentito crescere il mio rapporto di amicizia con gli altri master miei compagni, ho conosciuto persone nuove che oggi chiamo amici e saldato rapporti con conoscenti vecchi che oggi considero nuovi amici!
È una magia, ogni volta che ci incontriamo per giocare a Ekros, siamo protagonisti di un incantesimo unico e meraviglioso. Un momento in cui realtà e fantasia si incontrano per dare vita a un sogno ideale! Da anni sei il Master.
Cosa vuol dire...essere il Master?
E poi, sorgono spontanee alcune domande: ma questa storia viene raccontata? Come si svolge? Chi la crea?
 
La storia viene creata dai narratori, detti Master, che a loro volta interpretano alcuni personaggi tramite i quali fanno in modo che la storia si sviluppi.
Un Master ad esempio potrebbe interpretare un potente mago che desidera impossessarsi di un antico e potente libro di magia, ma per fare ciò ha bisogno che qualcuno riesca a convincere il matto del villaggio a farsi rivelare dove il libro venga custodito.
Oppure un Master potrebbe interpretare un potente guerriero malvagio che minaccia di distruggere città e villaggi se non fermato.
 
Sono esempi classici e lineari questi, ma il limite nell’intreccio e nello svilupparsi della trama non esiste.
Nel primo esempio alcuni giocatori potrebbero voler aiutare il mago a trovare il libro in cambio di una cospicua ricompensa, o altri giocatori invece potrebbero porsi il problema etico se sia giusto o meno trovare e consegnare questo antico tomo.
Nel secondo esempio alcuni giocatori potrebbero voler affrontare il potente guerriero, per indebolirlo ed impedirgli di compiere stragi di innocenti, altri invece potrebbero volersi alleare con lui per cercare di arricchirsi sfruttando un alleato forte e implacabile.
E così via!
Non vi è limite alle possibilità, proprio perché la storia viene sviluppata a seconda delle scelte che i giocatori fanno interpretando i loro personaggi.
 
È una forma di realtà alternativa in cui la storia e la trama sono solo finzione eppure…le emozioni che si provano non potrebbero essere più vere, reali ed autentiche!
Un vero e proprio mondo parallelo dove tutto è perfetto! Il Mondo Ideale!
Si vive all’interno di un mondo dove non esistono discriminazioni razziali, ma soprattutto non esiste alcuna discriminazione qualunque sia l’orientamento sessuale! 
Un mondo dove le imprese degli eroi che vengono interpretati pongono i giocatori al di sopra di problematiche legate alla sessualità che può quindi essere affrontata con serenità ed è possibile “giocarci”.
 
È un fenomeno sociale, una esperienza utile ad incontrare e conoscere nuove persone e a creare nuove amicizie che hanno la capacità di saldarsi come l’acciaio più resistente.
Un mondo creato da persone che guardano al mondo reale auspicando un mondo ideale, assomiglierà per forza a quel mondo ideale sognato.
Ekros è pertanto quel mondo ideale, dove non esiste omofobia, non esistono differenze o distinzioni di sorta legate agli orientamenti sessuali e dove ogni essere è veramente libero di vivere la propria sessualità come meglio crede.
In parole povere i nostri incontri sono una occasione, in cui le persone hanno la possibilità di socializzare in una associazione friendly ma non solo LGBT, dove ognuno può dichiarare o meno la propria sessualità in tranquillità senza pregiudizi, dove può conoscere nuovi amici bisex gay ed etero!
Prima hai parlato di guerrieri e se devo pensare a questi me li immagino armati. Come gestite questa cosa?
 
Nei giochi di ruolo i combattimenti sono simulati e vengono usate delle particolari armi fatte di un materiale simile alla gommapiuma solo che è un po’ più rigida e assorbe di più i colpi.
In questo modo 2 guerrieri possono combattere tra di loro e le ferite vengono solo interpretate quando si viene toccati dall’arma dell’avversario.
Sempre più curiosa! E...quando vi incontrate? Come comunicate?La nostra attività è costante e ci incontriamo più o meno ogni 2 mesi per un totale di 6 eventi all’anno.
 
Esiste una continuità tra un incontro e l’altro, una continuità di storia, di personaggi e di ambiente. I nostri Live si svolgono sempre all’aria aperta, in pieno contatto e nel pieno rispetto della natura.
Il prossimo incontro si terrà dalla sera di Venerdì 18 a Domenica 20 Maggio. Ci incontriamo in una casa vacanza per gruppi con trattamento pensione completa, ampi prati e boschi intorno, lontano dal traffico e dallo smog cittadino.
Gli altri incontri di quest’anno si terranno a luglio, settembre e novembre. Per comunicare tra di noi usiamo il gruppo EkrosLive su facebook oppure anche via mail.
 
Io vi lascio la mail per avere più informazioni info@ekroslive.org
Non si sa mai... In fondo, non sarebbe male uscire solo per un giorno dai panni di super mamma ed entrare in quelli di un condottiero del bene che vuole combattere il male...Voi che dite?
 
Luana Di Maio
l.dimaio@ladigetto.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande