Home | Interno | Rovereto | «Climatica…mente cambiata»: le conferenze

«Climatica…mente cambiata»: le conferenze

Cinque appuntamenti dal 5 all'8 settembre a Trento e Rovereto

image

Sono cinque le conferenze pubbliche proposte all'interno di «Climatica...mente cambiando - Trentino Clima 2011», programma di eventi per parlare di clima e cambiamenti climatici promosso dalla Provincia autonoma di Trento dal 5 all'11 settembre.

La prima conferenza si terrà la sera del 5 settembre, al Mart di Rovereto, per ragionare con Annibale Salsa sui «Mutamenti in quota»; il 7 settembre ci si sposterà a Trento con un dialogo sulla «Rivoluzione energetica di fronte alla sfida climatica», assieme a Gianni Silvestrini.

Infine tre appuntamenti sempre nel capoluogo, giovedì 8 settembre una mattinata di confronto per parlare dei «Cambiamenti climatici sulle Alpi» e quindi del delicato equilibrio dell'ambiente alpino, nel pomeriggio si parlerà della «Sfida del cambiamento climatico: quale futuro per l'Italia e l'Europa», dove tra gli altri interverranno Antonio Cianciullo, il vicepresidente Alberto Pacher e Antonio Navarra, e in serata di «Una nuova società nel clima che cambia», con Cristina Gabetti, Marinella Correggia e Alessandra Goria.

Appuntamenti di carattere scientifico con esperti italiani, dibattiti sul clima e l'energia, aperitivi non convenzionali, giochi per i più piccoli, momenti di spettacolo e musica, che consentiranno ad un pubblico più ampio di avvicinarsi ai temi in discussione.

È «Climatica...mente cambiando», promosso dalla Provincia autonoma di Trento - Assessorato all'Ambiente, Dipartimento Urbanistica e Ambiente - e dall'Osservatorio Trentino sul Clima coordinato dal Dipartimento Protezione civile e infrastrutture e del quale fanno parte: Università degli Studi di Trento, Comitato Glaciologico trentino, Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di San Michele all'Adige, Museo delle Scienze, APPA - Agenzia provinciale per la Protezione dell'Ambiente, Fondazione Bruno Kessler.

Cinque le conferenze in programma il 5, il 7 e l'8 settembre e dedicate ad approfondire le tematiche scientifiche correlate al mutamento climatico, con esperti italiani e protagonisti del settore.

Nella foto sotto il titolo, il Brenta. Nella foto che segue, il Carè Alto.



MUTAMENTI IN QUOTA
Lunedì 5 settembre, ore 20.30
Sala Conferenze MART, Rovereto
Ad introdurre i lavori il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher, che aprirà ufficialmente la settimana «Climatica...mente cambiando», accanto al giornalista Franco De Battaglia.
«Mutamenti in quota» è un dialogo sui cambiamenti nell'ambiente di montagna, per evidenziare l'importanza della natura, della cultura e della gente.
Protagonista Annibale Salsa, antropologo, ex presidente generale del Club Alpino Italiano, già presidente del Gruppo di Lavoro Popolazione e Cultura della Convenzione delle Alpi.

L'evento, organizzato in collaborazione con la SAT - Sezione di Rovereto e la Biblioteca Civica di Rovereto, sarà introdotto da una proiezione video dal titolo: «Volti e voci di una natura che cambia» a cura di Roberta Bonazza con interviste a Paolo Vallorz - pittore paesaggista, Erri de Luca - scrittore e praticante di alpinismo, Julia Hill - ambientalista, Kurt Diemberger - alpinista, Nives Meroi e Romano Benet - alpinisti, compagni di vita e di cordata, Bruno Detassis - alpinista.
Il video vuole essere uno spunto per trattare alcune tematiche importanti relative all'ambiente di montagna, alla natura e ai cambiamenti che il nostro tempo sta affrontando, siano essi climatici, culturali, economici.

La cultura della montagna è sempre stata caratterizzata da una ricerca degli equilibri che permettono all'ambiente di mantenersi stabile e favorevole alla presenza umana nel lungo periodo.
Ci troviamo però oggi di fronte a delle rapide trasformazioni che ci impongono di riflettere su un nuovo modello di economia sostenibile per la montagna che integri la cultura locale, l'agricoltura e il turismo e che si adatti ai cambiamenti climatici in atto, maggiormente sentiti nel così vulnerabile ambiente d'alta quota.

LA RIVOLUZIONE ENERGETICA DI FRONTE ALLA SFIDA CLIMATICA
Mercoledì 7 settembre, ore 20.30
Sala Depero - Palazzo della Provincia, Trento
Intenso dialogo - introdotto da Roberto Bertoldi dirigente di APE Agenzia provinciale per l'Ambiente - sul tema dei cambiamenti climatici e sulle implicazioni nel settore energetico, per capire come il clima influisce sull'energia e quali sono le fonti alternative ai combustibili fossili.
Protagonista Gianni Silvestrini, consigliere del Ministro dello Sviluppo Economico per le tematiche ambientali ed energetiche e direttore scientifico del Kyoto Club, organizzazione non profit nata nel 1999 e costituita da imprese, enti, associazioni e amministrazioni locali, impegnati nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas-serra assunti con il Protocollo di Kyoto.
Modera il dibattito il giornalista di Repubblica Antonio Cianciullo, che da oltre 25 anni si occupa di tematiche ambientali.

CAMBIAMENTI CLIMATICI SULLE ALPI: STRATEGIE PRATICHE A CONFRONTO
Giovedì 8 settembre, ore 9.30 - 13
Sala Depero - Palazzo della Provincia, Trento
Una mattinata di confronto dedicata alle conseguenze dei cambiamenti climatici sull'arco alpino e alle buone pratiche messe in campo dalle amministrazioni locali per contrastarne gli effetti e per adattarsi al nuovo clima.
Le Alpi costituiscono un'area di straordinaria importanza dal punto di vista ambientale, sociale ed economico per la posizione geografica collocata nel cuore dell'Europa e condivisa da diverse nazioni e popolazioni che in essa vivono.
I cambiamenti climatici che interessano il nostro pianeta si stanno manifestando in modo marcato anche sulle Alpi determinando importanti conseguenze fisiche che causeranno una serie di impatti, in parte già in atto, sugli ecosistemi e sulla salute umana.
Le Alpi costituiscono pertanto un prezioso laboratorio naturale per monitorare e studiare le conseguenze dei cambiamenti climatici in atto.
La relazione di introduzione, curata da Carmen de Jong, del Mountain Institute University of Savoy, fornirà una panoramica delle principali problematiche che si stanno manifestando sulle Alpi dal punto di vista fisico ponendo in rilievo i principali impatti.
Seguirà Alessandra Goria, del FEEM - Fondazione ENI Enrico Mattei, che si soffermerà sulla valutazione economica degli impatti messa a punto per l'Italia.

Le relazioni di metà mattina consentiranno di fornire una panoramica a livello europeo attraverso la presentazione del piano di azione sul cambiamento climatico proposto dalla Conferenza delle Alpi fatta da Baptiste Chatré della Convenzione delle Alpi, nonché una valutazione sull'efficacia e la sostenibilità delle misure adottate in diversi Paesi secondo lo studio di CIPRA (Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi) e l'esempio concreto della Svizzera per quanto riguarda le strategie adottate nella gestione dei trasporti.
Valentina Pavan, di ARPA - Emilia Romagna, presenterà poi il progetto ARCIS (Archivio Climatologico per l'Italia Settentrionale) che coinvolge le regioni del Nord Italia ed ha come obiettivo quello di costruire un data-base di dati climatologici giornalieri al fine di trovare una piattaforma comune per la produzione di prodotti di tipo climatico.
Susanna Sieff presenterà la strategia complessiva della Provincia autonoma di Trento per fronteggiare il cambiamento climatico, adottando appropriate misure di adattamento e di mitigazione nell'ambito degli strumenti di pianificazione e di programmazione provinciali.
Infine a chiusura della mattina le strategie adottate nella regione Emilia Romagna che, pur non compresa nelle Alpi, rappresenta un importante esempio di pianificazione.

LA SFIDA DEL CAMBIAMENTO : QUALE FUTURO PER ITALIA ED EUROPA?
Giovedì 8 settembre, ore 15
Sala Depero - Palazzo della Provincia, Trento
Dialogo, introdotto dal direttore del Museo delle Scienze di Trento Michele Lanzinger, tra esperti in diversi settori per capire come in Italia e nel contesto europeo viene affrontata la sfida dei cambiamenti climatici, alla luce degli impegni internazionali presi dal nostro Paese.
Focus su azioni intraprese, obiettivi futuri, errori, opportunità e sfide, contributi del mondo scientifico, dell'economia e della politica, consapevolezza dei cittadini verso il mutamento climatico.

Interverranno: Stefano Caserini del Politecnico di Milano - DIIAR, autore di «A qualcuno piace caldo» e «Guida alle leggende sul clima che cambia»; Antonio Navarra del Centro Euro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici, professore dell'Università di Bologna, sede di Ravenna, nonché dirigente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Alberto Pacher vicepresidente della Provincia autonoma di Trento; Antonio Cianciullo giornalista della Repubblica e autore di numerosi libri fra cui «Far soldi con l'ambiente» e «Il grande caldo»; Mauro Zenobi direttore tecnico di Angelantoni Industrie spa ed esperto di sistemi fotovoltaici e di solare termodinamico; Baptiste Chatrè del Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi.

UNA NUOVA SOCIETÀ NEL CLIMA CHE CAMBIA
Giovedì 8 Settembre, ore 20.30
Sala Depero - Palazzo della Provincia, Trento
Dialogo incentrato sulla necessità di individuare percorsi nuovi a livello economico e sociale in un contesto di grandi cambiamenti ambientali e di insostenibilità del modello attuale.
Per capire come costruire un'economia e una società nuova alla luce dei mutamenti climatici, si confronteranno: Cristina Gabetti, giornalista di Striscia la Notizia, inviata dei tg Mediaset e autrice del libro «Occhio allo spreco» da cui è stata tratta la rubrica omonima di Striscia che tratta di raccolta differenziata, riciclo, botanica & rimedi naturali, energie rinnovabili; Alessandra Goria, ricercatrice presso Fondazione ENI Enrico Mattei, che sta studiando le politiche e le implicazioni economiche della mitigazione e adattamento al cambiamento climatico; Marinella Correggia, giornalista e scrittrice da anni impegnata sul fronte dei temi socioambientali, e in azioni contro la guerra in Iraq, inviata di guerra in Iraq, Afghanistan, Pakistan, Serbia, Bosnia, Bangladesh, Nepal, India, Vietnam, Sri Lanka, attualmente in Libia.
A moderare Beatrice Costa, coordinatrice Sviluppo Territoriale - Action Aid Italia e impegnata nel campo dei diritti delle donne e nelle politiche di genere a livello internazionale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Un occhio sulla società

di Alberto Pattini

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Pensieri e parole

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Parla lo psicoanalista

di Giuseppe Maiolo

La grande Cucina

di Massimiliano Putortì

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco Demozzi