Home | Arte e Cultura | Spettacoli | «Il Talento delle Donne, dal produrre al generare valore»

«Il Talento delle Donne, dal produrre al generare valore»

Prende il via giovedì 10 settembre un mini festival diffuso che proseguirà fino a domenica 13 con conversazioni, live performance, musical, laboratori

image

 >
Prende il via giovedì 10 settembre un mini festival diffuso: «Il Talento delle Donne, dal produrre al generare valore.»
Proseguirà fino a domenica 13 con conversazioni, live performance, musical, laboratori.
Gli eventi in programma sollevano domande scottanti. Esistono una creatività e una capacità di innovazione tipicamente femminili? C'è uno specifico «talento delle donne»? Il genere femminile è biologicamente portatore di capacità, sensibilità, visioni, «mappe» di segno diverso che è strategico valorizzare?
Per prima cosa apriremo gli XX-FILES, ovvero gli strani «casi» della biologia femminile, che la nostra cultura considera ancora, a livello medico e sociale, come devianti dalla norma.
Peccato perché tener conto delle esigenze di una strana minoranza che costituisce più della metà del genere umano può letteralmente cambiare (in meglio) il mondo.
La prima «indagine» avverrà in forma di conversazione aperitivo giovedì alle 18.30 presso il Cafè de la Paix di Trento.
La condurranno le educatrici mestruali Laura Tonello ed Elena Poli, l'ostetrica Cristina Guareschi e la naturopata Francesca Zeni.
 
Venerdì 11 sarà la volta di Lady V Musical Bonsai, divertente spettacolo musicale che ha come protagonista una band al femminile.
Rapita durante le prove per ritrovarsi in una galassia imprecisata, viene interrogata da mostruosi esseri alieni per motivi selettivi: ci sono possibilità di evoluzione per il genere femminile sul pianeta Terra?
In scena Cristina Pietrantonio e Annalisa Morsella (voci e autrici), con Elisa Pisetta (chitarra), Chiara Brighenti (contrabbasso) Simone Panza (voice over), Cristian Postal (fonica).
Due le recite a disposizione, presso la Bookique di Via Torre D'Augusto: in orario aperitivo, alle ore 18.30, oppure in orario cocktail, alle ore 21.30.
Il terzo appuntamento, sabato 12, mette in scena un cerchio di tredici archetipi femminili, che aprono alle donne altrettante possibilità di espressione, spesso censurate, dando ad esse il permesso di emergere.
Il mandala, realizzato pittoricamente da Sara Filippi Plotegher, prenderà vita con le performer di «Teatro vissuto» al Teatro Sociale di Trento.
 
La performance si ripeterà ogni 30 minuti tra le 18.00 e le 22.00, offrendo spunti per mettere in moto piacere, fiducia, creatività, assertività, visione e portarli nella propria vita quotidiana e professionale.
Infine domenica 13 sarà possibile partecipare ad un worshop esperienziale alla ricerca de «Il piacere al lavoro», per trasformare la propria professione da fatica e dovere in creatività, manifestazione di sé, ricerca di senso.
Un grande cerchio di tamburi chiuderà la rassegna: tutte e tutti sono invitati a partecipare in abiti rossi e con un tamburo o sonaglio, se possibile e gradito, domenica 13 alle ore 16.00 al Parco delle Terme di Levico.
Tutte le iniziative del festival sono ad accesso gratuito.
Per informazioni o prenotazioni (obbligatorie per il workshop della domenica) è possibile scrivere a codicerossotn@gmail.com.
Il programma completo è disponibile sulla pagina FB di Collettivo Codice Rosso Trento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni