Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Trento Musicantica 2020, 34ª edizione: «Jubilate et exultate»

Trento Musicantica 2020, 34ª edizione: «Jubilate et exultate»

I prossimi due appuntamenti di Trento Musicantica sono venerdì 9 ottobre alle 21 alla Badia di San Lorenzo

Il secondo appuntamento della 34esima edizione di Trento Musicantica, la rassegna di concerti organizzata dal Centro Servizi Culturali S. Chiara e dal Centro d’eccellenza Laurence K.J. Feininger, è venerdì 9 ottobre con l’ensemble viennese Beauty Farm, settimino vocale specializzato nella polifonia rinascimentale.
Nella suggestiva cornice della Badia di San Lorenzo, dove si respira l’emozione di un lontano passato, il gruppo presenta un concerto interamente dedicato al principale esponente della scuola romana del XVI secolo, Giovanni Pierluigi da Palestrina (1525-1594).
Di Palestrina, tra i massimi compositori del Cinquecento, prolifico autore di musica sacra e profana, viene eseguita la celebre Missa Papae Marcelli, messa polifonica composta in onore di Papa Marcello II.

Il concerto, realizzato in collaborazione con il Festival Regionale di Musica Sacra, riporta al periodo del Concilio di Trento e alle intense discussioni sulla musica liturgica e la sua funzionalità, evocando lo spirito del tempo con avvolgente profondità.
Dal pieno Cinquecento della messa di Palestrina si passa con il terzo appuntamento del Festival, martedì 13 ottobre, alla produzione sacra femminile del Seicento italiano.

Al centro del concerto, in occasione dei 400 anni dalla nascita, è la figura della grande compositrice novarese Isabella Leonarda (1620-1704), madre superiora al convento delle Orsoline e autrice di numerose composizioni sacre tra messe, mottetti solistici e musica strumentale per archi e basso continuo.
Protagonista della serata è l’ensemble Cappella Artemisia diretto da Candace Smith, gruppo specializzato nelle musiche dei conventi femminili italiani del XVII secolo.
Il concerto, che alle pagine della «Musa Novarese» accosta i lavori di altre cinque monache compositrici, si offre come la preziosa occasione per esplorare e riscoprire un repertorio di rara esecuzione, con i moti dell’anima riflessi in una particolare e raffinata creatività.

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria su www.centrosantachiara.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni