Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Sabato 26 febbraio, ore 21, Teatro SanbàPolis di Trento

Sabato 26 febbraio, ore 21, Teatro SanbàPolis di Trento

A febbraio arriva a Trento il pianista francese Chassol col suo ultimo progetto «Ludi»

image


Dopo essersi fatto un nome in tutto il mondo con tre magnifiche composizioni basate sul suo metodo di lavoro, che porta il nome di ultrascore (Nola Chérie nel 2011, Indiamore nel 2013 e Big Sun nel 2015), dopo aver lavorato con Solange e Frank Ocean e suonato nelle location più prestigiose del mondo, Chassol torna con «Ludi», il suo nuovo progetto che include un album e un film e che porterà sul palco del Teatro SanbàPolis di Trento il prossimo 26 febbraio (ore 21).
Il concerto è inserito all’interno della nuova programmazione musicale del Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento.

To play: giocare, suonare - una parola importantissima nella musica - che sottolinea questa impressionante, magistrale costruzione liberamente ispirata a «Il giuoco delle perle di vetro», il romanzo filosofico-fantastico di Hermann Hesse.
Chassol ha preso il mix di musica, matematica, estetica e spiritualità che nel libro si mescolano, per creare un lavoro appassionato prodotto dall’etichetta Tricatel di Bertrand Burgalat, che una volta ancora giustifica il suo posto speciale nel panorama musicale internazionale.
 
Fortuna, vertigini, maschere e competizione, Chassol illustra questi temi col suo ultrascore, disegnando melodie a partire dai suoni dei video.
Tutto fa parte della melodia: un parco giochi o giocatori di basket in periferia, un arcade a Tokyo, le montagne russe, la cantante Crystal Kay e il rapper Kohh.
Sono stati filmati musicisti solisti durante le prove, come il flautista Jocelyn Mienniel e il compagno del compositore, il batterista Mathieu Edward, che è riuscito a riprendere sul palco – dal vivo e in perfetta sincronia – l'assolo mozzafiato che aveva improvvisato sullo schermo. Queste scene hanno ispirato Chassol a creare composizioni impreziosite dall’uso di nuove tecniche e dando un'altra voce alle melodie estratte dai germogli sonori.

Così, in questa armonizzazione di armonie, ascoltiamo le voci di Alice Lewis, Alice Orpheus, Carine Chassol, Thomas de Pourquery, Mathieu Edward, che Chassol sovrappone al suo arrangiamento e al suo album. Il risultato è un magistrale gioco di frasi in cui le parole diventano accordi e si fondono con le immagini che evocano.
 

 
Ludi è l'opera più completa, precisa e radiosa di Chassol, una nuova creazione artistica in cui il l'ascoltatore diventa l'esecutore della sua musica, in cui ogni ascolto porta alla scoperta un altro degli infiniti punti di sincronizzazione tra le immagini ei suoni. Con Ludi, Chassol dirige il proprio round al gioco di Hermann Hesse, assumendo il titolo di Magister Ludi, maestro del gioco delle perle di vetro e con questo doppio album realizza la sua ambizione: comporre musica inedita che ci riempie di gioia stimolando la riflessione.
 
Chassol, nato nel 1976, è entrato nell’accademia di musica all’età di 4 anni e lì ha studiato per altri sedici. Ottiene poi una borsa di studio dal Berklee College of Music di Boston, dove si laurea nel 2002. Per i successivi 15 anni, compone per il cinema, la televisione e la pubblicità. Negli anni successivi si esibisce regolarmente con artisti pop francesi come i Phoenix e Sébastien Tellier.
Più di recente, Chassol ha lavorato con Frank Ocean e Solange, contribuendo ai rispettivi album. Chassol è anche attivo nell’arte contemporanea, al fianco di artisti come Sophie Calle, Laurie Anderson e più recentemente Xavier Veilhan alla Biennale di Venezia nel luglio 2017.
La sua opera Cuba a Cohen, creata per l’occasione, è attualmente esposta al Musée d’Art Contemporain di Montréal.

Chassol è un compositore con un background atipico e metodi di composizione altrettanto unici; ha al suo attivo quattro album/film: Nola Chérie, che utilizza riprese girate a New Orleans all’indomani dell’uragano Katrina; Indiamore, un viaggio sulle rive del Gange in India, e infine Big Sun, un tributo incantatore alla sua isola natale della Martinica.  
Combinando film-documentario e composizione musicale, cattura i suoi incontri con una macchina fotografica, modifica il filmato in motivi visivi su cui aggiunge le proprie sequenze di accordi, chiama il suo metodo ultrascoring.
«Usciamo e filmiamo luoghi e persone… Ci parlano, ogni suono nella fotocamera diventa materia prima musicale, io faccio loop di immagini, allungo, allungo… Poi cucino il film insieme agli accordi»
L’ultimo progetto è Ludi, uscito a marzo 2020, un film musicale ispirato a un’opera dello scrittore tedesco Hermann Hesse. Utilizza tecniche miste di film-documentario, animazione ed effetti speciali. Girato tra Tokyo e Parigi, Ludi riguarda il gioco, il tempo e la musica vissuti da esseri umani e animali.  
  Biglietti e modalità di ingresso  
Biglietti disponibili al costo di 15 euro (con riduzione a 10 euro per gli Under 26 e a 9 euro per gli universitari), acquistabili presso la biglietteria del Teatro Auditorium (lun-sab, 10-13, 15-19), presso le Casse Rurali e online su www.centrosantachiara.it
Si ricorda che, in ottemperanza al Decreto-Legge 26 novembre 2021, n.172, art. 5 e art. 6, per accedere all’evento è obbligatorio essere muniti del Green Pass rafforzato. Inoltre, a seguito del Decreto Legge 24 dicembre 2021, n.221, è previsto l’obbligo di indossare mascherine di tipo FFP2.
La richiesta di certificazione verde non verrà applicata ai minori di 12 anni o agli esenti dalla campagna vaccinale.
La certificazione verrà controllata dal personale addetto al momento dell’ingresso. In caso di indisponibilità del Green pass rafforzato non sarà possibile accedere agli spazi.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.centrosantachiara.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande