Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Concerto Vasco Rossi: viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Concerto Vasco Rossi: viabilità alternativa per minimizzare i disagi

Chiusura provvisoria e in tempi diversi della tangenziale nel tratto compreso tra la rotatoria Marinai d’Italia tra Acquaviva/Mattarello e il ponte di Ravina

Mentre proseguono i lavori per l’allestimento del palco in vista del grande concerto di Vasco Rossi previsto per il prossimo 20 maggio alla nuova Music Arena, si sta mettendo a punto anche il piano della viabilità alternativa per garantire la mobilità a cittadini e lavoratori.
Accanto all’obiettivo di garantire in sicurezza l’afflusso e soprattutto il deflusso degli spettatori, il piano operativo punta a gestire necessità ed emergenze sul fronte dei servizi, in primis quelli sanitari.

Per raggiungere tali scopi, si provvederà alla chiusura provvisoria della tangenziale nel tratto compreso tra la rotatoria Marinai d’Italia (uscita 2 e il ponte di Ravina (uscita 3) per giovedì 19 ore 12 fino alle 5 del giorno 20.
Nuova chiusura dalle ore 9 del 20 maggio fino circa alle ore 7 del 21 maggio questa volta tra Acquaviva/Mattarello e il ponte di Ravina; questo perché la carreggiata nord della tangenziale sarà riservata ai pedoni e quella sud al parcheggio dei pullman.
 
Chiusa ovviamente anche via San Vincenzo, strada che sarà utilizzata dagli spettatori per entrare a piedi nella Musica Arena, con ingresso da Nord.
Per posizionare le infrastrutture logistiche, si inizierà già mercoledì 18, ma a fasce orarie per consentire la mobilità a residenti e lavoratori.
In generale va evidenziato che le zone interessate dai provvedimenti saranno raggiungibili dai residenti attraverso percorsi alternativi.
Ad esempio per raggiungere Mattarello da Nord si dovrà utilizzare la tangenziale (fintanto che non entreranno in vigore le chiusure nei segmenti sopra ricordati) e quindi la SP 90 (via Ravina-Romagnano) o in alternativa la strada delle Novaline.
 
L’autostrada invece rimarrà sempre aperta. Da aggiunge inoltre che le attività economiche poste nell’area Sud di Trento saranno tutte raggiungibili (salvo distributori sul tratto chiuso).
Con questi ed altri provvedimenti si ritiene che le difficoltà siano facilmente gestibili grazie ai percorsi alternativi garantiti anche per i lavoratori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande