Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Cori, canzoni e selfie: la gioia degli appassionati per il live

Cori, canzoni e selfie: la gioia degli appassionati per il live

Dodicimila fan di Vasco Rossi nella Music Arena: «Appuntamento irrinunciabile»

image

Il classico selfie dei nostri giovani colleghi giornalisti con il sosia di Vasco.

Il popolo di Vasco Rossi è approdato nel capoluogo e nei territori limitrofi e si appresta a vivere un’esperienza entusiasmante ai piedi di «sua maestà il palco», nella Trentino Music Arena di Mattarello.
In merito all’episodio che si è verificato questo pomeriggio all’apertura delle transenne dietro le quali erano in attesa di entrare gli iscritti al Fan Club di Vasco Rossi, che parteciperanno al sound check di questa sera, è stato verificato che la persona medicata al posto medico avanzato che si trova all’interno dell’Arena è stata subito dimessa.
 

Punto di soccorso.
 
Già a partire dalla mattinata alcune decine dei 12mila appassionati hanno conquistato le prime posizioni - all’altezza dell’intersezione della rotatoria Mach con via dei viticoltori - con l’obiettivo di raggiungere il Pit1 per (ri)vedere il Blasco dal vivo dopo un’attesa lunga due anni.
«Il concerto di Trento è un appuntamento irrinunciabile. Rappresenta la ripartenza» – osserva una fan.
«Olé olé olé, Vasco Vascooo!» è il coro che i fan ripetono a più riprese nel corso delle ore nell’area presidiata dalle forze dell’ordine.
A giudicare dagli accenti, all’Arena di Trento sono rappresentate tutte le regioni italiane: dalla Sardegna alla Calabria, dalla Lombardia alle Marche.
 

Le code.
 
Le persone che hanno raggiunto appositamente il Trentino per l’evento di apertura del tour post-Covid di Vasco sfoggiano gli elementi distintivi dei veri fan: bandiere e striscioni, magliette e reggiseni su cui sono riportati i versi dalle canzoni più note.
Qualcuno quelle parole se le è tatuate sulla pelle: «Vivere per amare, vivere per sognare, vivere per rischiare e vivere per diventare» si legge sul fianco di una ragazza, mentre «Qui non arrivano gli angeli» è la frase scelta da un uomo: «La calligrafia è del Blasco in persona eh» precisa l’interessato. Il più fotografato in assoluto è Guido Piazza: cappellino, pizzetto e una decisa somiglianza al rocker.
 

Le amiche formichine dedicate a Vasco da Fabio Vettori.
 
A Trento per Vasco sono arrivati tutti: genitori con figli adolescenti, coppie di fidanzati e gruppi di amici.
E anche qualche «solitario».
Qualcuno qui festeggia anche il compleanno. Gli aderenti al fan club sono una grande famiglia e il ritorno agli eventi live è un appuntamento al quale nessuno ha voluto rinunciare.
Tra un selfie e una cantata, l’attesa passa veloce. E le persone approvano l’organizzazione.
I trentini ovviamente non mancano: «Il Trentino merita di diventare una terra che può ospitare grandi eventi. E una partenza con il nostro mito è un vero sogno» – commenta una fan arrivata da Rovereto.
 
La nostra Sandra Matuella con Fabio Vettori e Carlo Alberto Covelli.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande