Home | Arte e Cultura | Spettacoli | In 2.500 per l’omaggio a Battiato dei Radiodervish

In 2.500 per l’omaggio a Battiato dei Radiodervish

Oggi al Pian della Nana, monte Peller, nello scenario magico delle Dolomiti di Brenta

image

>
Le atmosfere suscitate dalla ricerca mistica musicale di Franco Battiato al centro dell’omaggio dei Radiodervish, gruppo che ha condiviso con il cantautore siciliano esperienze artistiche e personali, nel concerto che ha inaugurato l’edizione n. 27 del festival I Suoni delle Dolomiti.
Fino al 23 settembre un mese di eventi musicali ambientati negli scenari più affascinanti delle Dolomiti trentine
 
Qualora ci si chiedesse quale aspetto abbiano le scalinate del Paradiso, siamo pronti a scommettere somigliano molto alla salita da Malga Culmei al Prà de la Nana, malga Tassulla.
E lassù, fra le Dolomiti di Brenta, il Monte Peller e quella goccia di giada del Lago di Tovel, ci piace immaginare lo sguardo affettuoso di Franco Battiato, che con gli Angeli oggi sorrideva alle migliaia di cuori colorati sui prati attorno malga Tassulla, rapiti dalle note dell’omaggio dei Radiodervish al «Maestro» nel concerto che ha inaugurato il Festival I Suoni delle Dolomiti giunto alla 27ª edizione.
 
Un inizio sulle note del cuore, dello spirito, dell’anima, nel repertorio più intimo di Battiato.
Da «Le stagioni dell'amore» a «E ti vengo a cercare», passando da «Prospettiva Nievskj» alla canzone della tradizione irachena che Battiato cantò nella Bagdad assediata, con i Radiodervish che approfittano per ricordare ogni assedio ingiusto tutt’ ora nel mondo.
Infine si trova spazio per qualche pezzo firmato dalla band che, colpa il vento, ritaglia lo spazio per confidenze al pubblico, preziosi segreti da custodire nella discesa verso valle.
Solo lo spazio di un momento unico e irripetibile, ma è questa la «magia dei Suoni».
 
Il festival propone questa settimana altri due appuntamenti: tutti ad ore 12: mercoledì 24 agosto la cantautrice Alice Phoebe Lou sarà in concerto al cospetto delle Dolomiti di Brenta a Camp Centener sopra Madonna di Campiglio.
Venerdì 26 agosto saranno le guglie dolomitiche del Gruppo del Latemar sopra la val di Fiemme a fare da cornice al concerto della Amsterdam Sinfonietta, in località La porta sul Monte Agnello sopra Pampeago.
Tutte le informazioni, comprese eventuali variazioni d’orario o spostamenti dei concerti, sul sito a questo link.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande