Home | Arte e Cultura | Spettacoli | «Tempo di Chet. La versione di Chet Baker»

«Tempo di Chet. La versione di Chet Baker»

Da giovedì 6 a domenica 9 dicembre 2018 al Teatro Sociale di Trento il mito del jazz che rivive a teatro grazie alla tromba di Paolo Fresu

image

>
Terzo appuntamento con la Grande Prosa del Centro Servizi Culturali S. Chiara.
Da giovedì 6 a domenica 9 dicembre 2018 (con inizio alle ore 20.30, ad eccezione dello spettacolo domenicale che avrà inizio alle ore 16.00), il Teatro Sociale di Trento ospiterà «TEMPO DI CHET. La versione di Chet Baker», uno spettacolo dedicato ad uno dei miti musicali più controversi e discussi del Novecento, prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano.
A trent’anni di distanza dalla sua scomparsa, rivive così a teatro la figura del celebre jazzista statunitense.
A ridargli fiato sarà il noto trombettista sardo Paolo Fresu, affiancato sul palco da Dino Rubino al piano e Marco Bardoscia al contrabbasso, insieme ad un cast di otto attori, in uno spettacolo scritto da Leo Muscato e Laura Perini.
 
Lo spettacolo nasce dalla fusione e dalla sovrapposizione tra scrittura drammaturgica e partitura musicale, creando un unico flusso organico di parole, immagini e musica per rievocare lo stile lirico e intimista di questo jazzista tanto maledetto quanto leggendario.
Quello scritto da Leo Muscato e Laura Perini è un testo capace di alternare momenti di pura narrazione con spazi musicali dal vivo di alto livello.
Paolo Fresu alla tromba, Dino Rubino al piano, Marco Bardoscia al contrabbasso saranno le voci evocative di un cast d’eccellenza composto, tra gli altri, da Alessandro Averone, Rufin Doh, Simone Luglio, Debora Mancini, Daniele Marmi, Mauro Parrinello, Graziano Piazza e Laura Pozone.
La regia di Leo Muscato modulerà l’incessante oscillare tra passato e presente, che farà affiorare fatti ed episodi disseminati lungo l’arco dell’esistenza di Chet Baker, da quando bambino suo padre gli regalò la prima tromba, fino al momento prima di volare giù dalla finestra di un albergo di Amsterdam.
 
«Ogni apparizione apre il sipario su una fase della vita dell’artista, che ha passato molti periodi lavorando e vivendo in vari luoghi d’Italia – commenta il regista Leo Muscato - facendo emergere anche il sapore di epoche diverse, di differenti contesti socioculturali e visioni del mondo. Si delinea la figura del grande trombettista, che fra sogni, incertezze, eccessi ha segnato una delle pagine più importanti della storia della musica.»
«Se la sua vita e la sua morte sono ancora oggi avvolte dal mistero, la sua musica è straordinariamente limpida, logica e trasparente, forse una delle più razionali e architettonicamente perfette della storia del jazz» - riflette Paolo Fresu - «Ci si chiede dunque come mai la complessità dell’uomo e il suo apparente disordine abbiano potuto esprimersi in musica attraverso un rigore formale così logico e preciso.»
«Siamo convinti che l’innovazione nelle proposte artistiche passi inevitabilmente dalla produzione di spettacoli ambiziosi - afferma il direttore del Teatro Stabile Walter Zambaldi – “Tempo di CHET. La versione di Chet Baker” inoltre, è uno spettacolo quanto mai poetico: una narrazione del nostro tempo che avviene attraverso un linguaggio diretto che in questo caso unisce recitazione, musica e immagini in un continuo sfalsamento di piani temporali. Lo spettacolo racconta di un uomo e del suo incredibile e incontenibile talento e dell’epoca che ha attraversato.»
 
Lo spettacolo ha debuttato lo scorso 8 novembre 2018 al Teatro Stabile di Bolzano, in prima assoluta.
«Tempo di Chet. La versione di Chet Baker» debutterà al teatro Sociale di Trento giovedì 6 dicembre, alle ore 20.30 e sarà in replica fino a domenica 9 dicembre con i seguenti orari: venerdì 7 e sabato 8 dicembre lo spettacolo avrà inizio alle ore 20.30, mentre la domenica avrà inizio alle ore 16.00.
Si ricorda, infine, che anche durante la Stagione 2018/2019 gli abbonati potranno usufruire gratuitamente del servizio di baby sitting TATA A TEATRO, riservato ai genitori con figli di età compresa tra i 3 e i 10 anni.
Per i non abbonati, invece, è previsto un costo di 5 euro a bambino.
E' necessaria la prenotazione al numero verde 800013952. Il servizio è proposto dalla Cooperativa «Progetto 92».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone