Home | Arte e Cultura | Cinema - TV | Torna il corso (e il concorso) SguardoZERO

Torna il corso (e il concorso) SguardoZERO

Si svolgerà dal 29 settembre al 21 novembre e sarà riservato agli under 30 appassionati di cinema

Il progetto, organizzato dal collettivo il Funambolo e da ATU, l’associazione teatrale universitaria della città di Trento, in collaborazione con il Festival CinemaZERO, propone anche quest’anno un’occasione unica nel suo genere ai giovani del territorio (nati dopo l’1 gennaio 1991): la possibilità di dare forma ad un’idea originale, elaborata grazie ad un team di professionisti, arrivando alla realizzazione di un cortometraggio.
«Narrazioni audiovisive» è il sottotitolo dell’edizione di quest’anno: attraverso il video vogliamo che gli under 30 raccontino di sé e del proprio mondo.
I corti prodotti troveranno spazio all’interno delle serate di proiezione del Festival CinemaZERO, previste dal 18 al 21 novembre, come di consueto al Teatro Sanbàpolis, nelle quali verranno decretati i tre vincitori del concorso.
 
La partecipazione è gratuita e non richiede particolari conoscenze pregresse, è sufficiente iscriversi entro il 25 settembre, compilando la scheda disponibile sul sito del festival.
L’ingrediente più importante è la voglia di mettersi in gioco; qualunque sia il livello di partenza, i tutor guideranno i giovani autori in tutte le fasi di produzione delle opere, dal concepimento allo sviluppo, dalla progettazione all’editing.
Il percorso si terrà in presenza a Trento, presso lo Spazio Piera, dal 29 settembre fino al termine di ottobre. Una volta presentati al Festival, il pubblico in sala sceglierà i vincitori, che saranno premiati con dei buoni acquisto dal valore di 300, 200 e 100 euro, spendibili presso un negozio specializzato in attrezzature per l’audiovisivo.
 
Il progetto mira a offrire a un gruppo di giovani motivati e curiosi nei confronti del mezzo audiovisivo, sia con esperienza nel campo che alle prime armi, una via per esprimere la propria creatività e per acquisire delle conoscenze spendibili nel contesto della realizzazione di materiali video.
La collaborazione tra realtà universitaria e comunità culturale trentina si fa proficua e ricca di occasioni di scambio, in fase progettuale e in sala, con le serate aperte al pubblico che hanno sempre visto un’ottima riuscita in termini di interesse e partecipazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni