Home | Arte e Cultura | Musei | Cinque anni al MUSE... l’evoluzione continua

Cinque anni al MUSE... l’evoluzione continua

Il 27 luglio grande festa di compleanno del Museo delle Scienze di Trento: dalla preistoria al futuro, un appuntamento che saprà conquistare grandi e piccini

I nostri lettori conoscono lo status del MUSE dopo cinque anni di attività perché abbiamo recentemente intervistato, per mano della nostra Nadia Clementi, il direttore del museo Michele Lanzingher (vedi intervista), proprio in funzione del primo lustro di attività.
Ora diamo notizia delle iniziative attivate dal NUSE per festeggiare questi cinque anni di successo.
Il 27 luglio è una di quelle date particolari perché, come da tradizione, torna la grande festa d’estate del MUSE.
Proprio come è avvenuto nella calda giornata d’estate di cinque anni fa, a partire dalle 17 il MUSE aprirà le porte al suo pubblico e offrirà un intenso programma di attività sviluppate attorno ai temi che più hanno affascinato grandi e piccini in questi primi 5 anni di apertura: dalla preistoria alla paleontologia, dall’astronomia alla sostenibilità, e alla tecnologia.
 
 Al MUSE l’evoluzione (è) continua 
IL POMERIGGIO dalle ore 17:00 sarà tutto disegnato attorno alla famiglia. Giochi all’aria aperta, esperimenti, attività didattiche, piccole grandi sorprese nel grande parco e nelle sale del MUSE, saranno l’occasione per scoprire tutte le possibilità offerte da questo luogo che si è fatto strada - passo dopo passo - nel cuore di tutti.
Avvicinarsi alla scienza, alla natura, ai temi della sostenibilità con curiosità e spirito critico non è mai stato così bello!
 
 Tra le tante proposte: 
REALTÀ AUMENTATA: GO!Muse è la nuova App per esperienze di Realtà Aumentata che a partire dalle 17:00 il MUSE presenta in anteprima per chi parteciperà alla grande festa per il suo quinto compleanno.
Si tratta di un’applicazione che assomma due aspetti di assoluta innovazione nel panorama delle cosiddette  videoguide museali: la prima riguarda la capacità di Go!Muse di riconoscere il luogo dove si trova all’interno del museo e proporre gli elementi di interpretazione a partire dallo sguardo ripreso dalla fotocamera del table su cui è installata l’applicazione; la seconda riguarda la Realtà aumentata che trasforma i reperti esposti in ricostruzioni in movimento e immerse nei loro ipotetici paleo ambienti di vita.
Ad oggi Go!Muse è il più avanzato sistema di videoguida disponibile nello scenario museale internazionale e costituisce un elemento di grandissimo vanto per quanto riguarda l’impegno del Muse nel settore delle nuove tecnologie digitali per incrementare la fruizione dei patrimoni culturali.
 
La ricostruzione tridimensionale di rettili antichi e dinosauri è stata resa possibile da una stretta collaborazione tra i paleontologi del museo «paleoartisti» di livello internazionale Davide Bonadonna e Fabio Manucci, i quali saranno presenti per illustrare il complesso lavoro di ricostruzione «dal vivo» dei dinosauri a partire dalle loro testimonianze fossili.
La presentazione delle nuove videoguide sarà accompagnata per tutto il pomeriggio da numerose attività a tema paleontologico, come il Triloquiz - un divertente quiz per mettere alla prova e le proprie conoscenze sui trilobiti - e L’album di famiglia di Dino, racconti e storie di dinosauri dedicate ai più piccoli all’interno del Maxi Ooh!
 
Oltre ai rettili e dinosauri delle Dolomiti, l’altra grande protagonista della festa del museo sarà la LUNA.
Il 27 luglio infatti è un giorno doppiamente speciale. In questa data sarà possibile assistere a un fenomeno naturale unico come l’ECLISSI di Luna più lunga degli ultimi 100 anni. Il MUSE si trasformerà per l’occasione nel punto di osservazione privilegiato della città: per tutto il pomeriggio sarà possibile partecipare a un programma di approfondimento e osservazione astronomica, per vivere l’emozionante spettacolo della Luna rossa con gli esperti del MUSE.
In preparazione all’evento, nel corso del pomeriggio si terranno attività a tema astronomico, alla sfera della NOAA e all’interno del Planetario digitale.
 
Infine, per tutti gli appassionati di tecnologia, il MUSE offrirà la possibilità di provare la nuova esperienza di «Nintendo labo».
Grandi e piccini potranno creare i Toy-Con trasformando semplici fogli di cartone in creazioni interattive con l’utilizzo della supertecnologica console Nintendo Switch (su prenotazione).
Per tutto il pomeriggio il Parco Muse accoglierà attività per ogni gusto e interesse: indizi e indovinelli, curiosità e storie di animali ormai estinti o minacciati di estinzione, laboratori di scheggiatura della selce, visite guidate negli Orti nei quali si trova la nuova esposizione dedicata ai peperoncini, osservazioni del Sole, laboratori a dedicati all’ eclissi, approfondimenti a tema astronomico e paleontologico. E la merenda è offerta da Conad e Ricola!
 
ALLA SERA, dalle ore 21:00 inizia il programma serale con il momento di celebrazione dei 5 anni del Muse, saranno presenti le Autorità e ospiti illustri.
Molto atteso è il saluto che l’astronauta dell’ESA Samantha Cristoforetti, componente del Comitato d’Onore del Muse, invierà appositamente per l’occasione.
Seguirà quindi l’opera musicale «per un’eclissi di luna», un’opera onirico-evocativa appositamente commissionata dal Muse al giovane compositore trentino Nicola Segatta per orchestra video e lettura di affascinanti avventure poetiche “lunari” da Cyrano a Calvino, da Ariosto a Buzzati.
L’opera prevede coreografie di danze in assenza di gravità, voli fantastici e reali inerpicate con la partecipazione di un ospite speciale: il grande arrampicatore e alpinista Manolo, che tenterà l’impresa unica di scalare il Muse - Luna.
 
Infine, alle 23.00, il «Buon compleanno muse» ricorderà con testimonianze e video i momenti più belli dei primi 5 anni di MUSE. A seguire le danze di Urban division - Nta crew e GDM Val di Cembra e, per chi si lascerà conquistare dalla notte, il grande prato del museo si trasformerà in un dancefloor di luci e musica ipnotica con lo speciale «Dj Set Ema Stokholma» che, assieme a Vj Takehiko, accompagnerà il pubblico con il suo sound nel cuore della notte, fino alle 2.00 del mattino.
Per tutta la sera sarà attivo nel prato del museo un servizio ristoro grazie alle specialità dei food truck, i simpatici camioncini itineranti, originariamente diffusi nelle città californiane, che hanno conquistato le piazze e le città d’Italia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni