Home | Arte e Cultura | Musei | Il modellismo militare in vetrina a Torbole sul Garda

Il modellismo militare in vetrina a Torbole sul Garda

Il 19 aprile si apre la Mostra del Museo della Guerra di Rovereto all’ex Colonia Pavese

image

 
Modellini di navi della lunghezza di alcuni metri, alcuni dei quali serviti poi alla loro reale costruzione, e poi carri armati con vagoni ferroviari sempre di dimensioni insolite sono alcune delle chicche in mostra a Torbole sul Garda (da venerdì 19 aprile al 30 ottobre) nella nuova mostra curata dal Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto e dedicata al modellismo militare.
«Armate in miniatura. Collezioni del Museo della Guerra di Rovereto» è il titolo dell’esposizione ospitata nella suggestiva cornice dell’ex Colonia Pavese, affacciata sulla spiaggia di Torbole.
In mostra, oggetti e documenti provenienti dalle collezioni del Museo della Guerra e da importanti prestiti di privati ed associazioni.
La proposta stamani ha ricevuto il plauso degli assessori provinciali Mirko Bisesti (Cultura) e Roberto Failoni (Turismo) durante la conferenza stampa ospitata in Consiglio provinciale a Trento (grazie al Patrocinio del presidente Walter Kaswalder) con la presenza di Alberto Miorandi e Francesco Frizzera (Presidente e Provveditore del Museo), di Luigi Masato e Luisa Rigatti (V.sindaco e assessore del Comune di Nago Torbole, anche in rappresentanza del sindaco Gianni Morandi) e di Federico Milan (direttore dell’Apt Vallagarina che ha portato i saluti del presidente Prosser e di Roberta Maraschin e Marco Benedetti dell’Apt Garda Trentino).
 

 
Presenti, tra gli altri, alcuni rappresentanti del nuovo Cda del Museo, del segretario della Camera di Commercio Olivo e del consigliere provinciale Piero De Godenz.
Il Museo della Guerra si apre dunque al bacino dell’Alto Garda, dopo la fortunata esperienza del 2018 della mostra «Fronte Garda» allestita nel Forte Alto di Nago, che ha raccolto ampio favore del pubblico.
Una operazione benedetta sia dal Comune di Nago Torbole sia dalle due istituzione del mondo turistico della Vallagarina e del Garda.
Una sinergia tra mondo culturale e mondo turistico, allargato a diversi ambiti territoriali, che ha ricevuto il plauso degli assessori Failoni e Bisesti.
Una strada importante per riuscire a valorizzare a tutto tondo il patrimonio del Trentino, il loro commento.
In tale ambito, significativa è proprio la presenza congiunta alla conferenza stampa dei due rappresentanti della giunta provinciale.
 

 
Dalle ricche collezioni del Museo, approda ora a Torbole un’interessante selezione di materiali attualmente non esposti al pubblico nella sede di Rovereto e che trovano ora spazio nell’edificio dell’ex colonia Pavese, arricchendo l’esperienza di chi soggiorna sul Lago di Garda ma anche di chi vi risiede.
Una proposta culturale di alto livello, capace di far conoscere il Museo oltre l’ambito strettamente locale e di far dialogare i territori dell’Alto Garda e della Vallagarina, già strategicamente alleati sul fronte della promozione grazie alla collaborazione tra le rispettive Aziende turistiche.
Tema centrale della mostra è il modellismo militare. In primo piano viene posto il rilievo culturale del modellare, che esce dal contesto tecnico ed entra in quello del gioco e del tempo libero.
Il progetto espositivo offre uno scorcio sull’evoluzione del modellismo a tema bellico attraverso modelli, diorami e figurini.
 

 
Si spazia dai prototipi di fabbrica di mezzi militari, a modellini da collezione di elevata qualità e fattura, per poi aprire uno sguardo sugli aspetti ludico-ricreativi e culturali del modellismo: dagli oggetti-ricordo in scala che contribuiscono a cementare un’esperienza di gruppo, fino al gioco da tavola, su diorama o con mattoncini.
Il progetto si arricchisce grazie alla collaborazione di numerosi enti e associazioni attivi in ambito modellistico e collezionistico, che nel periodo di apertura della mostra proporranno attività ed eventi collegati al tema, rendendo la mostra una vetrina dinamica e aperta all’interazione con il pubblico, anche quello dei più piccoli.
L’allestimento, con grandi stampe fotografiche e testi in italiano, inglese e tedesco, è pensato per raggiungere un pubblico ampio, anche in ragione del luogo in cui è ospitato, lungo una delle passeggiate più frequentate di Torbole.
L’obiettivo è quello di coinvolgere non solo collezionisti e appassionati di storia ma anche turisti di provenienza internazionale attratti sul Garda per le tante attività outdoor e famiglie, anche quelle residenti sul territorio.
 

 
Grazie al tema trasversale della mostra, sarà definito un programma di eventi tematici lungo l’arco della stagione estiva, legati ai contesti del modellismo e del gioco: la mostra potrà diventare così un elemento attrattivo e di animazione culturale che va oltre i contenuti specifici veicolati dai singoli reperti e con un elevato valore simbolico.
La mostra è realizzata grazie al contributo della Provincia autonoma di Trento, del Comune di Nago Torbole e del Bim dell’Adige.
Partner della mostra sono l’Azienda per il Turismo Rovereto e Vallagarina e Azienda per il Turismo Garda Trentino.
La mostra viene organizzata con la collaborazione di Associazione Culturale Benàch, Associazione Raggruppamento SPA, Comitato ricostruzione carro armato Fiat 2000, Dolomites Bricks, Federazione Italiana Flames of War, GAR Gruppo Aeromodellisti Rovereto, G.M.T. Gruppo Modellistico Trentino di studio e ricerca storica, Your Command!.
L’inaugurazione è prevista per venerdì 19 aprile alle ore 17. Partner dell’evento la Cantina Madonna delle Vittorie di Arco.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Malosco 11/04/2019
Bella iniziativa: portare il museo in spiaggia.
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni