Home | Arte e Cultura | Musei | A Ferragosto l’archeologia trentina non va in vacanza

A Ferragosto l’archeologia trentina non va in vacanza

Il Museo delle Palafitte di Fiavé, il Museo Retico e il S.A.S.S. aperti a Ferragosto

image

L’archeologia non va in vacanza e anche a Ferragosto i musei della Soprintendenza per i beni culturali - il Museo delle Palafitte di Fiavé, il Museo Retico di Sanzeno e il S.A.S.S. a Trento - saranno visitabili per una immersione nella storia più antica del Trentino.
Il Museo delle Palafitte di Fiavé (aperto con orario 10-13 e 14 -18) racconta le vicende degli abitati palafitticoli succedutisi lungo le sponde del lago Carera e offre uno sguardo sulla vita quotidiana dei nostri antenati dell’età del Bronzo.
Dal museo una facile e piacevole passeggiata porta alla riserva naturale Fiavé-Carera dove sono visibili i resti delle palafitte, iscritte nella Lista del Patrimonio mondiale Unesco.
 
Martedì 13 agosto alle ore 15 il museo propone «100% latte», un laboratorio per famiglie per conoscere la produzione di latticini nei villaggi palafitticoli di Fiavé (informazioni e iscrizioni tel. 0465 735019). Domenica 18 agosto, alle ore 15, è prevista una visita guidata in inglese.
Al Museo Retico - Centro per l'archeologia e la storia antica della Val di Non (ore 10-13 e 14-18), accanto alle testimonianze del popolo dei Reti si può ammirare una selezione di opere della mostra «Zanoni. L’età del Ferro» allestita nella vicina Casa de Gentili.
 
Mercoledì 14 agosto alle ore 15 è in programma «Chi cerca trova! Argilla ma che bel materiale», laboratorio per famiglie per scoprire i segreti dell’argilla (informazioni e iscrizioni tel. 0463 434125), mentre il 16 agosto alle ore 15 viene proposta una visita guidata in inglese.
A Trento, sotto piazza Cesare Battisti, il S.A.S.S. Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas (aperto con orario 9.30-13 e 14-18) tra le vestigia dell’antica Tridentum offre la possibilità di visitare due mostre: «Ostriche e vino. In cucina con gli antichi romani», un excursus sulle abitudini alimentari e la cucina in età romana sulle sponde dell'Adige e «Quotidiani paralleli» un percorso visivo dell’esistenza quotidiana delle persone affette da Alzheimer con immagini di Luca Chistè, a cura di Giovanna Calvenzi.
 
 Informazioni 
Provincia autonoma di Trento
Soprintendenza per i beni culturali
Ufficio beni archeologici
 0461 492161 - uff.beniarcheologici@provincia.tn.it

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni