Home | Arte e Cultura | Musei | La danza di Mercurio sul Sole lunedì 11 novembre dalle 13.30

La danza di Mercurio sul Sole lunedì 11 novembre dalle 13.30

Speciale osservazione astronomica nel giardino del MUSE - Museo delle Scienze. Attività gratuita

image

>
Un piccolo disco nero che si staglia sulla superficie Sole, percorrendola da un estremo all'altro.
Dopo le eclissi di Sole e di Luna che hanno caratterizzato il 2019, lunedì 13 novembre avremo un nuovo spettacolare evento astronomico: il transito del pianeta Mercurio sul disco solare. Un fenomeno raro, che si ripeterà solo nel 2032.
Per apprezzare al meglio l’avvenimento, il MUSE - Museo delle Scienze organizza dalle ore 13.30 alle 16.30 un pomeriggio di osservazione astronomica che si svolgerà, nuvole permettendo, nel giardino del museo.
 
Il pianeta apparirà come un puntino nero che si sposta contro il disco solare: alle 13.35 avremo l’inizio del transito, con il primo contatto.
E impiegherà molte ore ad attraversare prospetticamente la superficie del Sole, concludendo la sua traversata alle ore 19.03, quando la nostra stella sarà già tramontata per la maggior parte delle località italiane.
Lunedì, utilizzando un telescopio o in alternativa un binocolo con almeno 15 ingrandimenti, tassativamente muniti di un opportuno filtro solare, si potrà seguire il suo passaggio sul bordo occidentale del Sole, approfondendo i concetti astronomici alla base del fenomeno grazie agli esperti astronomi del MUSE.
 
«Mercurio – spiega Christian Lavarian, coordinatore della Sezione Astronomia del MUSE – è il più piccolo pianeta del Sistema Solare e il più vicino al Sole.
«Orbita ad una distanza media di 58 milioni di km dalla nostra stella mentre impiega 88 giorni per compiere una rivoluzione completa: la sua temperatura superficiale varia moltissimo, da -170° nelle zone in ombra a +400° in quelle riscaldate dal Sole.
«Durante il transito avremo una dimostrazione molto evidente della piccolissima dimensione di Mercurio rispetto al Sole: ci vorrebbero ben 280 piccoli dischetti neri come quello del pianeta, tutti allineati, per coprire il diametro della nostra stella.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni