Home | Arte e Cultura | Teatro | Teatro in Valle, il 12 e il 13 ottobre a Terragnolo e Trambileno

Teatro in Valle, il 12 e il 13 ottobre a Terragnolo e Trambileno

Stereotipi di genere e «Nazieuropa» aprono la programmazione per adulti della rassegna teatrale con un doppio speciale appuntamento

image

>
Primo fine settimana di teatro dedicato al pubblico adulto per la rassegna Teatro in Valle curata da Elementare Teatro.
Un doppio speciale appuntamento che porterà nei teatri di Terragnolo e Trambileno due monologhi che hanno quale obiettivo quello di raccontare due fenomeni della società contemporanea: il radicamento degli stereotipi di genere con «Confessione di una donna arbitro» (foto a pié di pagina) di Vincenza Pastore ed il ritorno ad ideologie nazionaliste di stampo razzista con «Nazieuropa» (foto di copertina) di Beppe Casales.
Due spettacoli che sottolineano la natura e la direzione presa quest’anno dalla rassegna, come sottolineano infatti i due direttori artistici Carolina De La Calle Casanova e Federico Vivaldi: «Per questa edizione del 2018 Elementare ha scelto un filo rosso sottile e nascosto dietro ai titoli, ovvero, quello dell’impegno sociale. I titoli accolti in rassegna non vogliono puntare il dito contro il presente, contro qualcuno o qualcosa, bensì aprono nuovi scenari, domande alternative, risposte diverse per poter analizzare, pensare e costruire futuro.»
 
Il primo appuntamento andrà in scena venerdì 12 ottobre alle ore 20.30 presso il teatro parrocchiale di Terragnolo dove Vincenza Pastore racconterà la storia di una giovane ragazza arbitro alle prese con un mondo chiuso e misogino nello spettacolo «Confessione di una donna arbitro».
Dalle note di regia si legge: «Una giovane donna, racconta la propria esperienza di arbitro di calcio, in un paese misogino e violento, che non le concede credito: dagli esordi nel cortile alla partita di campionato provinciale. La ragazza, davanti ad una Commissione, dovrà giustificare il proprio operato di arbitro, sapendo che la partita autentica che si sta giocando è la rivendicazione della sua dignità e libertà di donna. La sua passione sportiva, unita al desiderio di emergere, è soffocata dalle voci maschili (e femminili) di un’Italia cinica che la ferisce. La donna in calzoncini, casacca nera e fischietto, deve resistere, tra ironia e inquietudine, alla tentazione di tramutare il corpo femminile nel solito campo di gara del desiderio maschile. La trasgressione di cui è accusata, tacitamente, è quella di avere osato entrare da protagonista leale nel regno della religione sportiva virile più popolare.»
 
Ci si sposta il giorno seguente, sabato 13 ottobre all’auditorium di Moscheri di Trambileno dove, alle 20.30, Beppe Casales presenterà il suo monologo «Nazieuropa».
Le riflessioni che hanno portato alla realizzazione dello spettacolo sono molteplici ma in particolare Casales si chiede: «ma se si può giudicare una civiltà da come tratta le persone più fragili e più deboli, che tipo di civiltà è la nostra? Che tipo di Europa è la nostra?»
Tematiche molto attuali, presenti costantemente nelle narrazioni dei media che verranno questa volta affrontate sul palco dell’auditorium di Trambileno.
 
Dalle note di regia si legge: «Nazieuropa è insieme una lettera a una figlia e un viaggio che parte dalla Germania degli anni ‘30 e arriva fino all’Europa dei confini, del nuovo nazionalismo e del razzismo diffuso. Nazieuropa è il desiderio di sottrarsi all’indifferenza, di guardare con gli occhi ben aperti e di chiamare le cose con il loro nome.
Nazieuropa è una domanda: che differenza c’è tra la Germania nazista e l’Europa dei nostri giorni?»
Al termine di ogni appuntamento di teatro adulti il pubblico avrà modo di brindare assieme alle compagnie presenti grazie allo sponsor tecnico della rassegna, la cantina Vivallis.
L’idea del brindisi post spettacolo vuole contribuire a creare un clima di condivisione, apertura e incontro tra il pubblico ed i professionisti del mondo del teatro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone