Home | Arte e Cultura | Vita e Società | «Premio nazionale Donna dell’anno», ecco le finaliste

«Premio nazionale Donna dell’anno», ecco le finaliste

Tra le 15 finaliste che arrivano da tutt’Italia, la giuria selezionato la regista bolzanina Giulia Gussago

image

Centinaia le candidature alla terza edizione del premio «Donna dell’anno 2020», il concorso ideato da Innovation Future School, che promuove, incentiva e sostiene personalità femminili che si distinguono per iniziative di forte impatto socio-economico.
La giuria ha selezionato una rosa di 15 finaliste che arrivano da tutt’Italia, tra queste la regista bolzanina Giulia Gussago
 
Successo di partecipazione alla terza edizione del «Premio Donna dell’anno 2020», il concorso ideato dell’associazione trevigiana Innovation Future School, con l’obiettivo di incentivare e sostenere personalità femminili di spicco che con intuito e coraggio si sono distinte per essere le promotrici di iniziative che abbiano una particolare ricaduta sociale in ambito sia locale che nazionale.
«Anche quest’anno sono arrivate centinaia di candidature – racconta orgoglioso Gianpaolo Pezzato, presidente di Innovation Future School – segno dell’entusiasmo e della voglia di contribuire con le loro grandi idee al miglioramento del nostro paese. Sono convinto che il futuro sia rosa.»
 
«Il Premio Donna dell’anno» è un’iniziativa organizzata con il supporto di Volksbank e con la collaborazione delle principali realtà impegnate nella valorizzazione e sostegno in tutti i suoi ambiti del mondo femminile: la Consigliera Regionale di Parità del Veneto, la Consigliera di Parità per la provincia di Treviso, LEI - Center for Women's Leadership dell'Università Ca' Foscari Venezia, il Gruppo Donne Imprenditrici di FIPE (Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi), il MO.I.CA – Movimento Italiano Casalinghe, AIDDA – Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti D’Azienda e l’associazione Rete Al Femminile di Treviso.
 
Le 15 finaliste del premio accuratamente selezionate dalla giuria di esperti arrivano da tutta Italia, da Nord a Sud, hanno esperienze di vita e professionali tra le più varie, dall’architetto alla regista, dall’artista alla sociologa, dall’insegnante fino alla ricercatrice e l’imprenditrice, solo per citarne alcune.
Tanti volti e tante storie, e soprattutto grandi idee che sono diventate azioni concrete.
Tra queste c’è Enrica Boda, 39enne di Torino che studia come l’esposizione agli inquinanti dell’aria possa agire come fattore di rischio per l’insorgenza della Sclerosi Multipla; Annamaria Mancuso che ha fatto della lotta ai tumori, della prevenzione e del sostegno al malato e ai suoi familiari il suo motivo di vita; Patrizia Palumbo, napoletana, dell’Associazione Dream Team Donne in rete, con sede a Scampia, il cui scopo è la valorizzazione e lo sviluppo professionale delle donne di aree urbane che versano in particolare condizioni di degrado sociale e ambientale; Paola Viola, 45 anni, trevigiana, cofondatrice e presidente di Una mano per un Sorriso – For Children, onlus che da dieci anni opera in Italia e nel mondo a difesa dei diritti dell’infanzia e delle donne e a sostegno della marginalità; Gaya Spolverato, padovana, chirurga oncologa che ha co-fondato Women In Surgery Italia, associazione che vuole unire e rappresentare le chirurghe in Italia e nel mondo.
 
Alla prima classificata del Premio Donna dell’Anno 2020 andrà un premio in denaro di 700 euro da destinare a sostegno della causa o iniziativa per la quale è stato riconosciuto il premio.
A discrezione del Comitato Scientifico potranno essere inoltre assegnati riconoscimenti speciali alle finaliste ritenute particolarmente meritevoli.
Il premio sarà consegnato nella cerimonia di premiazione in diretta Facebook sabato 12 dicembre dalle ore 11 alle ore 13.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni