Home | Arte e Cultura | Vita e Società | «Censurate subito quel Porca puttena! di Lino Banfi»

«Censurate subito quel Porca puttena! di Lino Banfi»

Lo ha chiesto il Movimento Italiano Genitori Onlus. E l’esclamazione è stata tolta

L’imprecazione «porca puttena!» di Lino Banfi nello spot pubblicitario di Tim Vision è stata tolta. Il Moige, Movimento Italiano Genitori Onlus, aveva denunciato la volgarità all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria e al Comitato TV Minori.
E la TIM, precisando di averlo fatto di propria iniziativa e non perché censurato da qualche autorità, ha tolto la battuta.
Ovviamente il Moige esulta per il successo. Ma è bene precisare che la TIM lo ha fatto perché ci tiene all’immagine che nutre presso le famiglie e non perché ritiene volgare la battuta.
Lo spot dunque è cambiato e il Moige ha precisato allora che la protesta non era rivolta a Lino Banfi, che ritiene «personaggio amatissimo».

Lo spot ritirato peraltro avrebbe potuto essere programmato in orari non protetti, ma non serve perché nel frattempo la battuta ha avuto fortuna e si è diffusa  senza scandalizzare nessuno.
Trattandosi di pubblicità, ripetiamo, conviene sempre allo sponsor non suscitare critiche.
Dunque tutto bene quello che finisce bene?
Francamente, con quello che vediamo in televisione anche negli orari protetti, ci pare un eccesso di zelo.
Basti pensare alla volgarità delle immagini relative alla pubblicità di una nota marca di pannolini.
Lì nessuno interviene. Gli adulti dunque possono macinare tutto...

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni