Home | Eventi | L'intervento dell'assessore Ugo Rossi: «Sanità a misura d’uomo»

L'intervento dell'assessore Ugo Rossi: «Sanità a misura d’uomo»

Un punto fermo al convegno di Cittadinanzattiva a Riva del Garda

Sessione pomeridiana intensa per la prima Conferenza nazionale delle Associazioni Malati Cronici promossa da Cittadinanzattiva oggi e domani a Riva del Garda, con il sostegno della Provincia autonoma di Trento e dell'Azienda provinciale per i Servizi Sanitari.

Ugo Rossi, assessore provinciale alla salute e alle politiche sociali, nel salutare i convenuti, ha spiegato come si sta muovendo la Provincia autonoma di Trento in tema di sanità.
«Abbiamo voluto dare alla nostra azienda sanitaria due indicazioni pratiche: la prima per organizzare, nell'atrio dell'ospedale Santa Chiara di Trento, uno spazio per le associazioni di volontariato che affianchi l'ufficio relazioni per il pubblico. La seconda riguarda un obiettivo di quest'anno: attivare, accanto al numero telefonico del centro unico di prenotazione, anche un numero verde dove i cittadini potranno trovare le risposte che cercano in tema di sanità.»

«Crediamo molto - ha poi proseguito l'assessore provinciale Ugo Rossi - nella partecipazione e nella capacità che i cittadini hanno di saper riconoscere in anticipo, rispetto alle amministrazioni pubbliche, i bisogni e quindi di sapersi organizzare per far fronte a questi bisogni. Si tratta di un fattore costitutivo della nostra stessa Autonomia, ma la partecipazione non può essere intesa in senso sostitutivo, soprattutto per i servizi sociali e sanitari il ruolo del decisore pubblico è indispensabile, ovvero è necessaria, a monte, una decisione precisa rispetto alla allocazione delle risorse.»

Oggi, per l'assessore Rossi, si compie un passaggio importante, nell'ambito della riflessione sul ruolo dei cittadini e sul ruolo della sanitàò.
«Con la legge provinciale recentemente approvata in tema di sanità - ha commentato - stiamo cercando di favorire la partecipazione e di dare ai cittadini strumenti in più. Accanto ai tavoli per la salute, già previsti, è stata introdotta infatti la Consulta delle associazioni di volontariato che si occupano di salute, organismo che avrà una propria autonomia e un compito di monitoraggio nei confronti dell'assessorato provinciale e dell'Azienda sanitaria. Un rappresentante di questa consulta siederà nel Consiglio sanitario provinciale, che è l'organismo consultivo della Giunta provinciale in materia di programmazione sanitaria.»

Un'innovazione semplice ma fondamentale per dare voce ai cittadini in materia di programmazione sanitaria. In più alcune indicazioni pratiche per l'Azienda provinciale per i Servizi sanitari.
«Anche se stiamo progettando il nuovo ospedale del Trentino, vogliamo fare alcune piccole modifiche per migliorare l'accoglienza del Santa Chiara di Trento - sono state le conclusioni dell'assessore Rossi -. Vorremmo quindi rivedere la disposizione dell'atrio ricollocando l'ufficio relazioni per il pubblico e riservando un piccolo spazio per le associazioni di volontariato. Secondo obiettivo del 2012 sarà l'attivazione, accanto al CUP, centro unico di prenotazione, di un numero verde che aiuti e orienti i cittadini nel campo della sanità soprattutto nelle fasi iniziali.»

Nel corso del pomeriggio anche gli interventi di Marco Menchini, che ha portato l'esperienza della Regione Toscana in materia di partecipazione civica, di Sandra Frateiacci di Federasma, che ha illustrato le difficoltà legate all'invalidità civile, di Giuseppe Ferrandes di FAND sulle liste di attesa nell'esperienza dei cittadini diabetici, di Antonella Celano di ANMAR, che ha presentato le principali difficoltà per i pazienti cronici e rari nell'attuale sistema di assistenza farmaceutica.
A chiusura una tavola rotonda dedicata al ruolo attivo del cittadino nei servizi sanitari.

Domani, 11 giugno, un altro importante approfondimento della Conferenza: un seminario su «Rappresentanza e rappresentatività delle organizzazioni civiche nei servizi sanitari», con interventi dei principali attori del settore.
Molti anche gli interventi del mondo dell'associazionismo, delle istituzioni centrali e locali, di imprese pubbliche e private.

Immagini, interviste audio (a Ugo Rossi, assessore alla salute e politiche sociali della Provincia autonoma di Trento, e a Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Comitato nazionale Associazione Malati Cronici) e fotografie a cura dell'Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni