Home | Eventi | «La crisi si supera con la cultura della gente di montagna»

«La crisi si supera con la cultura della gente di montagna»

Il presidente Dellai e Reinhold Messner alla Borsa Internazionale del Turismo Montano concordano sui reali valori delle Dolomiti

La crisi attuale, dovuta a «esagerazioni della cultura metropolitana», può essere superata, recuperando alcuni dei valori delle società montane, quali il valore del tempo e della persona.
Ne è convinto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai che ha partecipato stamani alla Borsa internazionale del Turismo Montano, in corso di svolgimento a Trento, nell'area di piazza Fiera.

Dellai ha anche incontrato il grande alpinista Reinhold Messner, anche lui presente alla Mostra.
«Al turista - ha sottolineato Messner - non possiamo più vendere solo le più belle montagne del mondo, le Dolomiti appunto, ma il sottofondo, ovvero la cultura e l'umanità della gente di montagna.»

Mattinata di grande interesse, quella trascorsa, della Borsa internazionale del turismo montano.
La grande fiera degli operatori economici di settore ha visto l'arrivo del presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, del re degli Ottomila, Reinhold Messner, ed ha visto lo svolgimento del workshop internazionale in cui tour operator da tutto il mondo hanno incontrato a Trento Fiere le aziende italiane del settore.

«La Borsa del turismo montano - ha sottolineato Dellai - ha la duplice valenza di essere un'occasione economica per incrementare le proprie attività e quella culturale che aiuta tutti noi a capire il valore della montagna, ovvero di un territorio con un proprio modello di sviluppo e di socialità.»

Prima di lui, Messner aveva ribadito un concetto a lui caro, ovvero l'attenzione verso l'anima della montagna.
«Va bene promuovere un territorio e le sue bellezze, ma dobbiamo anche capire che il turista, quando arriva, si trova a contatto con una cultura e con le persone del luogo. E sono loro l'altro valore delle nostre montagne che dobbiamo valorizzare. E' per questo che ho scelto di aprire e lavorare su un museo del territorio.»

La Borsa Internazionale del Turismo Montano, aperta ieri, si concluderà domani.
Il tema di quest'anno è paesaggio ed energia.

La XII edizione della manifestazione si svolgerà in collaborazione di partner come la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Trento, la Provincia Autonoma di Trento, Assoturismo, l'Ente Nazionale Italiano per il Turismo, il Comune di Trento,Trentino Marketing, le associazioni imprenditoriali locali, l'Apt di Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi, e numerosi altri enti e aziende private.

Grazie alla Bitm il capoluogo trentino torna così ad essere il punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per imprese, operatori, esperti e osservatori di uno dei comparti decisivi per l'economia e la società del Trentino e di tutto l'arco alpino, coinvolgendo direttamente le categorie economiche più rappresentative della provincia di Trento: albergatori, commercianti, ristoratori, ma anche artigiani, agricoltori e cooperatori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande