Home | Eventi | Quattro giorni «Tra le rocce e il cielo» in Vallarsa

Quattro giorni «Tra le rocce e il cielo» in Vallarsa

Il Festival della montagna all'ombra delle Piccole Dolomiti in programma da giovedì 30 agosto a domenica 2 settembre

image

«Tra le rocce e il cielo», il Festival della montagna vissuta con consapevolezza, torna in Vallarsa da giovedì 30 agosto a domenica 2 settembre.
Mostre, film, incontri, uscite sul territorio, convegni, laboratori, concerti, spettacoli, presentazioni di libri arricchiranno le quattro giornate della manifestazione - organizzata dall’associazione culturale Tra le rocce e il cielo in partnership con Accademia della montagna del Trentino - che si svolge nel suggestivo e incontaminato ambiente della Vallarsa, all’ombra delle Piccole Dolomiti.
 
Il nostro giornale ne sta parlando da giorni, ma oggi nella sala stampa della Provincia a Trento c'è stata la presentazione con Fiorenza Aste (nella foto in basso insieme con Iva Berasi) - che della manifestazione è stata con Mario Martinelli l'ideatrice e ne è oggi «l'anima» e il direttore artistico; Iva Berasi - direttore di Accademia della Montagna del Trentino; Geremia Gios – sindaco di Vallarsa; Andrea Mantovanelli di Agsm Verona; Alessandro de Bertolini - Museo Storico del Trentino; Marco Avanzini – Museo delle Scienze di Trento; Nicola Spagnolli - curatore della mostra «La grande Guerra del Corriere dei Piccoli. 1914-1919»; Gigi Zoppello - autore dello spettacolo «La diga è una cosa meravigliosa» (nella foto sotto il titolo, davanti al sindaco di vallarsa Gios).
Il Festival si aprirà giovedì 30 agosto con la giornata dell’arte della montagna.
 
Nel pomeriggio gli autori presenteranno i loro libri, tra loro anche Carmine Abate, finalista del Premio Campiello.
La sera la storia della costruzione della diga di Speccheri, «la scoperta del «petrolio del Trentino», l'energia idroelettrica» sarà messa in scena in uno spettacolo teatrale, in prima visione assoluta, scritto da Gigi Zoppello e diretto da Mariano De Tassis.
«La diga è una cosa meravigliosa».
 
Venerdì 31 agosto la giornata dedicata alla vita in montagna sarà centrata sul convegno «Uomo e montagna: paesaggi in trasformazione».
Scienziati, esperti, studiosi, economisti parleranno della manutenzione del paesaggio e del ritorno consapevole alla montagna.
 
Armando Aste e gli altri protagonisti della prima conquista italiana dell’Eiger rievocheranno l’impresa.
Accademia della montagna e il Museo storico di Rovereto presenterà una guida per ragazzi sui sentieri storici della Vallarsa e porterà le famiglie al Forte di Matassone.
 
E la sera dopo l’incontro–spettacolo con Davide Sapienza «La musica della neve», ci sarà «La gioia dell’andar lenti»: l’astrofisica Margherita Hack confronterà la sua esperienza con altri viaggiatori lenti.
Sabato 1 settembre il convegno «Piccole scuole, piccole lingue» aprirà la giornata dedicata alle minoranze linguistiche.
 
Ci sarà un incontro sui grandi carnivori: «Le attività umane e i grandi carnivori sulle Alpi: una convivenza possibile?».
La sera le antiche suggestioni klezmer degli «Ziganoff» di Renato Morelli saranno protagoniste di un concerto acustico.
 
Domenica 2 settembre è la giornata della storia. Al mattino, a Campogrosso, si potrà vedere una rievocazione storica con soldati in divisa della Grande Guerra.
Durante la festa degli alpini, saranno presentati libri, mostre e sentieri.
Nel pomeriggio, all’interno del Progetto «Pasubio 100 anni» sarà presentata la prima linea austro-ungarica che corre vicino all’abitato di Foppiano.
Il Festival si chiuderà con il concerto dell’Orchestra popolare delle Dolomiti, che presenterà un repertorio sconosciuto, tratto da antichi manoscritti delle Dolomiti di inizio ‘900.
 
Il programma di Tra le Rocce e il cielo – visitabile sul sito – comprende anche escursioni di nordic walking e orienteering.
Si potrà fare trekking con gli asini, un’escursione sul Sentiero della Pace, una visita alla diga di Speccheri, o una rilassante passeggiata tra le numerose mostre allestite nella valle.
 
Ce ne saranno di pittoriche e fotografiche, una sulla  guerra raccontata ai ragazzi nelle pagine del Corriere dei piccoli, un’altra su come si faceva il formaggio una volta.
Una sulla storia dei bacini idroelettrici in trentino curata dalla Fondazione Museo storico di Trento e un’altra sulle mutazioni del paesaggio nel tempo realizzata con la collaborazione del Museo delle scienze di Trento.
 
Non mancherà una rassegna cinematografica con film di Renato Morelli, Michele Trentini, Giorgio Diritti e Fredo Valla e Vittorio Curzel.
Verranno premiati i vincitori del concorso video «Racconta la tua montagna – Dentro il paesaggio», bandito per la prima volta quest’anno.
 
Si potranno seguire anche un laboratorio di danze popolari e un corso di fotografia.
Il festival gode del patrocinio dal CAI e dalla SAT, del Comune di Vallarsa, della Comunità della Vallagarina, della Provincia autonoma di Trento e della Regione Trentino Alto Adige.
 
Viene organizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, di APT Rovereto e Vallagarina, Bim Trento, Cassa Centrale Banca, Cassa Rurale di Lizzana e Fondazione Vallarsa.
Prezioso per la realizzazione della manifestazione è il contributo di AGSM e degli altri sponsor: Cantine Vivallis, Concessionaria Franceschi, Distilleria Marzadro e Grafiche Futura.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande