Home | Eventi | Ecofiera, dove albergano «Biologico e filiera corta»

Ecofiera, dove albergano «Biologico e filiera corta»

A Tione da venerdì 5 ottobre fino a domenica 7 una tre giorni dedicata all'agricoltura di montagna, alle energie rinnovabili e ai prodotti della terra a «km 0»

image

Agricoltura di montagna, biologico, mangiare bene e sano, filiera corta.
L'Ecofiera di Tione, in programma nel week-end dal 5 al 7 ottobre, accentua la propria attenzione verso le tematiche della genuinità e della sostenibilità e propone per questa 13ª edizione un programma ricco che spazia dall'enogastronomia alle ultime novità in materia di risparmio energetico e fonti alternative, nel pieno rispetto dello spirito di questo appuntamento, che mette l'ambiente al centro.
Lo scorso anno furono 30mila le presenze alla fine dei tre giorni di fiera; quest'anno il Comune di Tione, organizzatore dell'incontro, e il Consorzio turistico Giudicarie centrali, braccio operativo, puntano a fare ancora meglio. 
 

 
«I segnali e l'attenzione verso l'evento – ha detto nel corso della conferenza stampa di presentazione stamattina presso Trentino Marketing Mario Failoni, assessore alle attività economiche del Comune di Tione – sono molto incoraggianti, con moltissime richieste da aziende per avere un proprio stand».
 
Parole confermate da Redi Pollini, direttore del Consorzio turistico Giudicarie centrali.
«Abbiamo tante richieste, per esaudirle dovremmo pensare ad ingrandire ulteriormente l'area-esposizione. Per ora mettiamo in campo 14 settori tematici (agricoltura di montagna, sviluppo sostenibile, fonti alternative, risparmio energetico, bioedilizia, eco-arredo e design, artigianato, prodotti tipici, produzioni biologiche, ristorazione giudicariese, agriturismo, attività tradizionali della montagna, sport e natura, salute e benessere) distribuiti in quattro padiglioni coperti per un totale di circa 3.000 mq, e oltre 8.000 mq di aree esterne, disposti lungo il viale princ ipale di Tione».
 
Novità di quest’anno sarà la partecipazione in fiera dell’Associazione Slow Food, che promuoverà diversi momenti d’incontro per presentare prodotti locali sia con laboratori del gusto tenuti da relatori di spicco, sia con assaggi e degustazioni.
Altro motivo di attrazione è il «Salone del gusto e del biologico», una ricca esposizione di prodotti tipici e biologici, dove il cibo incontra il territorio.
Poi il nuovo sito, dove si possono trovare tutte le notizie utili, sia per quanto concerne le modalità di iscrizione per i futuri espositori, sia per quello che riguarda i programmi, le news, le attività e tutto ciò che sarà presente alla manifestazione.
Infine il debutto dell'Ecofiera Running, una gara non competitiva a passo libero, che porterà i partecipanti a conoscere meglio il territorio della montagna tionese e le sue bellezze: tre i percorsi, da 8 a 16 km, dagli 800 metri di dislivello di Zeller, fino ai 1.500 di Campantic.
 
«L'Ecofiera – ha detto il presidente del Consorzio turistico Daniele Bertolini – ha dedicato anche quest'anno grande attenzione al mondo della scuola e dell'istruzione locale, con i ragazzi del Cfp Enaip e dell'Upt protagonisti attivi nella realizzazione degli stand enogastronomici, ma anche nella logistica».
 
A sottolineare ulteriormente i contenuti ambientali dell'Ecofiera l'assessore Tiziano Mellarini.
«Un evento importante, come testimoniano i numeri, e significativo per le realtà agricole locali e trentine per la positiva attenzione alla tematica della filiera corta e soprattutto per gli spunti di riflessione sul contributo strategico che le nuove tecnologie possono dare al mondo dell'agricoltura di montagna e – di riflesso – all'ambiente e alla natura trentina in chiave di ecosostenibilità».
 
 
 
 
 
 
 
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni