Home | Eventi | «Insieme per l’8 marzo» – Le iniziative per la Giornata della Donna

«Insieme per l’8 marzo» – Le iniziative per la Giornata della Donna

Ben 113 tra eventi, mostre, convegni, concerti e spettacoli – Da segnalare l’incontro con le ambasciatrici d’Africa – Suggestivo l’incontro con Suor Cecilia Impera

image

Sono state presentate oggi in Provincia, in una sala stampa gremita di una cinquantina di persone, le iniziative che verranno realizzate in occasione dell'8 marzo «Giornata internazionale della donna» e che sono state raccolte nel libretto «Insieme per l’8 marzo».
La pubblicazione, giunta all’ottava edizione, quest’anno contiene ben 113 eventi tra mostre, convegni, concerti, spettacoli teatrali organizzati da Associazioni, Comuni, Biblioteche, Circoli, che in vario modo affrontano i temi delle pari opportunità e del rapporto uomo-donna.
Con il libretto-guida l’Assessorato alla solidarietà internazionale e alla convivenza intende offrire la maggior visibilità possibile alla sensibilità manifestata nei confronti della Giornata internazionale della donna e del tema della parità tra i generi da parte di realtà molto differenti del nostro territorio.
Oltre all'assessore Lia Beltrami Giovanazzi (foto sopra), vi erano Eleonora Stenico, consigliera di parità della Provincia autonoma di Trento, e Antonella Chiusole, dirigente dell'Agenzia del Lavoro, che ha presentato una guida all'occupazione femminile.
 
Fra i presenti anche: Violetta Plotegher (foto sotto), assessore del Comune di Trento; Cristina Bronzini, dirigente del Comune di Arco; Catia Nardelli, assessore della Comunità della Valle di Sole; Giovanna Weber, responsabile del coordinamento donne Spi Cgil; Stefania Galli della Cisl; Pierino Martinelli, direttore della Fondazione Fontana; Nibras Breigheche dell'associazione donne musulmane d'Italia; Ginetta Santoni, Associazione AnDROmeda; Carmen Noldin, assessore della Comunità Val di Non; Katia Malatesta, direttrice Religion Today Film Festival; Clara Coser, Compagnia Teatri in Corso; Delia Valenti, coordinamento donne di Trento; Maria Rosaria D'Agostino, Associazione di promozione sociale DxD; Luciana Grillo Laino, presidente del consiglio delle donne; Dolores Monreal del Carmen, assessore di Faedo; Laura Tonello, Associazione Acqua che Balla.
 
È ormai oltre un secolo che viene celebrata la Giornata della Donna: le sue origini si collocano infatti all'inizio del XX secolo, lo scopo era difendere i diritti delle donne e rivendicarne il diritto al voto.
Sospesa durante la Grande Guerra, in Italia la giornata dedicata alla donna venne festeggiata per la prima volta nel marzo del 1922.
Il 1975 fu poi designato come «Anno internazionale delle Donne» dalle Nazioni Unite e due anni dopo, nel 1977, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite adottò la risoluzione per proclamare una «giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle donna e la pace internazionale».
 
«Anche quest’anno, l’8 marzo, la Giornata internazionale della donna diventa un'occasione per riflettere sulla condizione delle pari opportunità nella società trentina in quello che vorremmo fosse un mese intero dedicato alle donne – ha annunciato l'assessore alla solidarietà internazionale e alla convivenza Lia Beltrami Giovanazzi. – Non vogliamo, infatti ricordare il genere femminile solo in una giornata.
«Ogni giorno dovrebbe essere dedicato alle madri come alle figlie, perché sono loro le colonne della nostra comunità. Tutti questi eventi non fanno che renderci protagoniste: incontri, dibattiti, iniziative che daranno corpo ad un mese coloratissimo e vivissimo. Il segno che le donne della nostra società, nelle comunità, nelle associazioni e nella politica sono attive, entusiaste, impegnate.»
 
Decine sono infatti le iniziative organizzate su tutto il territorio provinciale, nelle quali protagonista non è solo la donna ma la società tutta, per quello che si configura come un mese intero dedicato alle donne.
Fra gli appuntamenti di rilievo vi sono due importanti momenti di confronto con un'apertura internazionale, voluti dall'Assessorato alla solidarietà internazionale e alla convivenza.
 
Il primo si terrà venerdì 1° marzo alle 16, presso la Sala Belli della Provincia autonoma di Trento, e vedrà dialogare l'assessore Lia Beltrami Giovanazzi con suor Cecilia Impera, entrata nella comunità di Dossetti ispirata dal ricordo del sacrificio del fratello Eugenio il 28 giugno 1944.
Suor Cecilia (foto di lato) è una donna trentina in prima linea nel dialogo interreligioso a partire dal Concilio vaticano secondo e da sempre a fianco degli ultimi, in Italia come in Palestina, in Grecia come in India.
«Nel mese di marzo l'Assessorato provinciale alle pari opportunità – ha ricordato l'assessore Beltrami – ha deciso di valorizzare una donna trentina che grazie all'impegno nel cammino del dialogo e della convivenza tra i popoli ha dato lustro alla sua terra natale.»
 
Il secondo appuntamento avrà luogo giovedì 21 marzo ad Arco alle 17, presso il Salone delle feste del Casinò Municipale, e vedrà la partecipazione delle ambasciatrici africane alla Tavola rotonda «Donne del mondo» che porteranno la loro testimonianza rispetto al ruolo politico, sempre più rilevante, assunto dalle donne in Africa.
«Le ambasciatrici dell'Africa in Italia – ha spiegato l'assessore Lia Beltrami – che provengono da Benin, Costa d'Avorio, Ghana, Guinea Equatoriale, Kenya, Lesotho, Malawi, Mozambivo, Namibia, Sud Africa, Sudan, Zimbabwe, sono invitate a raccontare le conquiste politiche, economiche, sociali delle donne nel continente africano e metteranno in luce il ruolo delle donne nella politica, nelle istituzioni, nelle relazioni africane.»
Dopo l'incontro l'inaugurazione della mostra fotografica «Donne dal mondo» a cura di Marina Martelli.
 
Fra gli eventi anche «La creatività femminile in mostra», che si svolgerà a Trento in Piazza Duomo sabato 23 marzo a partire dalle 10 del mattino, una colorata fiera di oggetti, accessori e ornamenti per la casa e la persona, creati con passione dalle donne.
La mostra, giunta alla sesta edizione, è organizzata dall'Assessorato alla solidarietà internazionale e alla convivenza e dal Comune di Trento; quest'anno saranno ben 270 le bancarelle che la Provincia autonoma di Trento metterà a disposizione delle donne che hanno colto l'opportunità di presentare e vendere i risultati della loro creatività.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni