Home | Eventi | A Borgo un convegno sulla cogenerazione: la «Fuel Cell Valley»

A Borgo un convegno sulla cogenerazione: la «Fuel Cell Valley»

Sabato 23 novembre a partire dalle 8.30 si parlerà dell’utilizzo delle energie rinnovabili

Il comune di Borgo Valsugana ha avviato un anno fa, con successo, il progetto denominato F.R.I.Borgo. F.R.I. (Fuel cell, Research and Innovation), e si pone l’obiettivo di realizzare in Valsugana un centro di competenza sulle fuel cell unico in Italia, collegando la formazione alle nuove tecnologie di riscaldamento, così come la cittadina di Friburgo in Germania, è stata l’esempio europeo per la promozione e l’utilizzo delle energie rinnovabili.
Il progetto è inserito nella progettazione della Rete Crisalide, la prima filiera in Italia, che raccoglie progetti, idee ed iniziative concrete per lo sviluppo della micro-cogenerazione con celle a combustibile operanti a gas metano, biogas ed idrogeno.
La Rete Crisalide ha portato già alla realizzazione di importanti progetti dimostrativi su queste tecnologie e sta promuovendo attivamente la partenza di nuove iniziative supportate con fondi comunitari sul programma quadro Fuel Cell & Hydrogen.
 
La Provincia autonoma di Trento, grazie al supporto dell’Agenzia provinciale per le risorse idriche e l’energia (APRIE), che ha erogato un contributo mirato alla copertura totale del progetto dimostrativo. Il progetto ha permesso così di raggiungere due importanti risultati:
1. Realizzare un corso dedicato agli studenti ENAIP che permettesse di strutturare le informazioni tecniche di base della tecnologia delle fuel cell rispetto alle tecnologie attuali, creando anche un laboratorio dedicato alla formazione professionale nella struttura di Borgo Valsugana che possa essere fruibile per l’insegnamento all’utilizzo e gestione di una cella a combustibile da parte dei nuovi tecnici;
2. Realizzare un impianto dimostrativo funzionante presso il centro sportivo di Borgo Valsugana come progetto visibile e come punto di comunicazione affinché maturi la sensibilità verso l’innovazione tecnologica e il miglioramento delle efficienze nell’utilizzo dei combustibili, nonché nella salvaguardia ambientale, riducendo le emissioni di CO2.
 
All’evento parteciperanno esperti del Politecnico di Torino, dell’ENEA, di SOFCpower e di Dolomiti Energia coordinati da interventi di Habitech – Distretto Tecnologico Trentino e da parte dell’IIT di Bolzano, per l’inserimento della tecnologia fuel cell stazionaria e per la mobilità nella strategia energetica dell’GECT-EUREGIO.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni