Home | Eventi | Torna il «Festival nazionale delle professioni»

Torna il «Festival nazionale delle professioni»

«Comunicare il valore» il titolo della terza edizione, a Trento dal 17 al 19 ottobre

Tutto è pronto per la terza edizione del Festival nazionale delle Professioni che si terrà a Trento il 17-18-19 ottobre 2014 e che quest’anno s’intitolerà «Comunicare il valore».
Oggi la presentazione ufficiale del festival. Tra gli ospiti grandi personaggi come la criminologa Roberta Bruzzone e il geologo, conduttore di Atlantide di La7, Mario Tozzi.
«La situazione economica è quella che è – ha spiegato la presidente dell’associazione Gi.Pro Alessia Buratti – inutile descrivere uno scenario che tutti conosciamo anche troppo bene perché lo viviamo tutti i giorni.
«Crisi, maggiore concorrenza interna ed esterna, poco lavoro e pochi euro che girano. Una cosa però sembra essere inarrestabile nel suo progredire ed espandersi: le nuove tecnologie, perché sono plurali e interessano ogni aspetto del nostro vivere, dalla casa agli elettrodomestici, dalle automobili alla comunicazione.
«Quest’ultima, la comunicazione, è il punto su cui si desidera attirare l’attenzione in questa terza edizione del Festival delle Professioni. Il vantaggio competitivo sarà di quei professionisti che riusciranno a dialogare con i clienti adottando un diverso linguaggio comunicativo.
«Le nuove tecnologie e gli strumenti di comunicazione più moderni possono aiutare.»
 
Il capoluogo trentino sarà per tre giorni la capitale degli Ordini e Collegi professionali coinvolgendo un folto pubblico di giovani, studenti e professionisti da tutta Italia grazie a quest’evento organizzato dall’associazione Gi.Pro, Giovani Professionisti, con il contributo della Provincia autonoma di Trento e delle Politiche giovanili e con la collaborazione dell’Università degli Studi di Trento (con cui è stato attivato anche un tirocinio formativo) e di Trentino Network. Il festival ha il patrocinio del Consiglio Provinciale, dei Consigli degli ordini e dei Collegi nazionali, delle Casse di Previdenza e di Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana).
Conferenze, dibattiti e tavole rotonde animeranno le più prestigiose location della città di Trento tra cui Sala Depero, Muse, Fondazione Caritro e l’Università di Lettere .
Tema del Festival quest’anno è la comunicazione, che verrà sviluppato in un programma ricco di spunti e ospiti importanti, rivolto ai liberi professionisti, con incontri specifici diretti a loro (e anche accreditati), alle scuole con incontri svolti nei giorni antecedenti il festival e infine ai cittadini con incontri che trattano temi d’attualità e di interesse pubblico.
«Per un professionista – ha spiegato Buratti – comunicare il proprio valore, proporsi e vendersi, è sempre più difficile ma necessario perché è l’unico modo per avere un valore aggiunto su ciò che si propone. È impensabile continuare a lavorare parlando solo di tariffe e di ribassi, si deve lavorare sul proprio valore, sul comunicare il proprio valore, inteso come fattore distintivo.»
 
Saranno presenti nomi noti del panorama italiano e locale, relatori del calibro di Mario Tozzi geologo, divulgatore scientifico, giornalista e saggista italiano, noto anche come autore e conduttore televisivo del programma «Atlantide» in onda su La7, che discuterà il tema «Da Stava a L’Aquila: Etica professionale e responsabilità civile d’impresa», insieme a Graziano Lucchi, presidente della Fondazione Stava 1985 ONLUS.
Un altro ospite d’eccezione è la criminologa Roberta Bruzzone che interverrà sul «Caso Chico Forti» con la partecipazione dell’avvocato Joseph Tacopina (legale di Forti) e del Comitato Chico Forti.
Grande attesa inoltre per gli incontri dedicati ai pericoli delle nuove tecnologie e all’impatto degli inquinanti ambientali sulla salute dell’uomo.
 
«La tecnologia può nascondere insidie ma in primis rende tangibile la comunicazione e la moltiplica, – ha spiegato Matteo Gadotti referente Gi.Pro del Collegio dei periti industriali di Trento, che ha ideato e coordinato la collaborazione con Trentino Network. – Le sue potenzialità saranno spiegate a tutti i cittadini grazie alla partnership del festival con Trentino Network, la società pubblica creata dalla Provincia autonoma di Trento per la gestione delle infrastrutture trentine di telecomunicazione e per la realizzazione delle nuove reti a banda larga.»
«Abbiamo accettato volentieri la proposta di collaborare con il Festival delle Professioni – ha affermato Alessandro Zorer, presidente di Trentino Network – soprattutto per l’entusiasmo degli organizzatori del Gi.Pro e, naturalmente, per il tema di quest’anno che ci consentirà di mostrare ai cittadini tutte le potenzialità delle tecnologie di comunicazione.
«Per questo motivo abbiamo pensato di organizzare anche un incontro pre-festival, che si svolgerà il 16 ottobre alla Fondazione Caritro di Trento, sul tema «Banda larga, l’impatto sulle imprese: il caso trentino.»
In questa occasione presenteremo per la prima volta al pubblico lo studio Irvap sugli effetti della diffusione di internet veloce sull’economia delle aziende trentine.»
 
L’evento conclusivo del Festival «Comunicare il valore» ospiterà i vertici delle professioni ordinistiche e non, tra cui un rappresentante di Confprofessioni, e la vicepresidente Ferpi e membro Gruppo Ferpi «Comunicare le Professioni», Amanda Jane Succi.
Il festival delle Professioni 2014 sarà più tecnologico che mai: il punto informativo di piazza Duomo a Trento sarà affiancato da un maxischermo dove poter assistere a tutte le conferenze in streaming; molti degli interventi saranno inoltre trasmessi live sul sito web del Sole 24Ore; i canali facebook internet e google saranno costantemente in fermento.
 
www.festivaldelleprofessioni.it - www.facebook.com/festivaldelleprofessioni

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni