Home | Eventi | Feste Vigiliane | Siamo alla 30esima edizione delle Feste Vigiliane moderne

Siamo alla 30esima edizione delle Feste Vigiliane moderne

Da giovedì 20 a mercoledì 26 giugno, sette giorni di spettacoli, rievocazioni storiche, iniziative espositive e gastronomia tipica nel centro storico di Trento

image

Era il 1983 quando Guido Malossini, forte dell'esperienza accumulata dopo anni nell'organizzazione dei Campionati nazionali e mondiali delle Polizie Municipali, propose all'Amministrazione comunale di Trento di far rivivere in città i festeggiamenti per la ricorrenza del Santo Partono.
Una tradizione che, dopo aver vissuto fino all'inizio del Novecento momenti di grande intensità, era andata gradualmente spegnendosi.
Accolta con favore dall'allora sindaco, Giorgio Tononi, e dal Presidente dell'azienda di Soggiorno e Turismo, Giulio de Abbondi, la proposta di Malossini trovò definitivamente concretezza l'anno successivo, quando il nuovo primo cittadino di Trento, Adriano Goio, diede mandato all'azienda di Soggiorno e Turismo di organizzare i festeggiamenti.
 
E così al tradizionale concerto della Banda Cittadina e allo spettacolo pirotecnico, unici superstiti rimasti negli anni a testimoniare l'antico sfarzo delle Feste patronali di Trento, si aggiunsero la rievocazione storica della Mascherada dei Ciusi e Gobj e l'inedita competizione delle zattere sul fiume Adige, denominata Palio dell'Oca.
Successivamente arricchite da un programma culturale comprendente soprattutto spettacoli musicali e teatrali di carattere storico, le Feste Vigiliane furono affidate, a partire dall'inizio degli anni Novanta, al coordinamento artistico del neo nato Centro Servizi Culturali S. Chiara. Risale invece al 1999 il coinvolgimento del Comitato «Servizi Organizzativi e Immagine Città di Trento» che, sotto la guida appassionata ed esperta di Guido Malossini, seppe dare ulteriore impulso alla manifestazione, portandola a qualificarsi quale evento di primo piano nel panorama dell'offerta turistica e culturale dell'estate trentina.
 
Giunte quest'anno al traguardo della trentesima edizione, le Vigiliane tornano in calendario dal 20 al 26 giugno per una settimana di festa destinata, ancora una volta, a riversare un fiume di persone lungo le vie cittadine e ad offrire a residenti e turisti un fitto programma di spettacoli, concerti, disfide in costume, eventi espositivi, golose proposte per il palato.
Per l’allestimento della manifestazione, l’Amministrazione comunale di Trento – che da sempre promuove l’iniziativa – ha confermato il rapporto diretto con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara che, dopo averne concordato il programma, ha trovato anche quest'anno la disponibilità del collaudato Comitato presieduto da Guido Malossini di assumersi gli oneri organizzativi.
 
Il programma, che sarà anticipato nella giornata di sabato 15 giugno dalla tradizionale Cena Benedettina sul Doss Trento, prenderà ufficialmente il via giovedì 20 con il corteo inaugurale, arricchito quest'anno dai festeggiamenti per il 30° compleanno con l'esecuzione della «canzone delle Feste Vigiliane», appositamente composta per l'occasione.
 

 
Giovedì 20 giugno inizierà anche il servizio degli stand gastronomici e la giornata di apertura proporrà anche uno degli eventi spettacolari più attesi dell'intero programma: riprendendo una tradizione che affonda le proprie radici verso la metà dell'Ottocento, quando in occasione della festa patronale di S. Vigilio veniva proposta la Stagione operistica, andrà in scena sul grande palcoscenico allestito in piazza Fiera l'opera lirica Carmina Burana.
 
Venerdì 21 giugno sarà la volta del Corteo Storico, che prevede quest'anno l'assegnazione del «Palio di San Vigilio» al gruppo giudicato migliore, e dello spettacolo teatrale «L'anatra all'arancia» proposto dalla Compagnia «GAD Città di Trento».
 
«La Magica Notte», che animerà le strade del centro storico fino all’alba, è in calendario per la serata di sabato 22 giugno.
Il programma di quello che ormai da qualche anno costituisce l'evento clou delle Feste Vigiliane si preannuncia, ancora una volta, in grado di accontentare ogni fascia di pubblico con una proposta di «spettacolo diffuso» che comprende esibizioni live e dj set destinati ad accontentare il pubblico giovanile e con lo spettacolo comico del «Tribunale di penitenza» affidato anche quest'anno alla vis comica di Mario Cagol che il giorno seguente, domenica 23, sarà protagonista, al termine del Palio dell'Oca, la disfida sul fiume Adige fra le zattere che rappresentano i rioni cittadini, pronuncerà la temutissima «Tonca» con la quale saranno messi alla berlina i personaggi che, nel corso dell'anno, si sono evidenziati quali protagonisti al negativo della vita cittadina.
 
Domenica 23 giugno si concluderà in Piazza Fiera la prima edizione del «CMA – Centro Musica Awards» promosso dal Centro Musica del Comune di Trento e dal Centro Servizi Culturali S. Chiara.
La serata, che prevede l'esibizione dei sei finalisti e la proclamazione del vincitore, avrà un ospite d'eccezione: il cantautore Enrico Ruggeri. Il cortile di Torre Mirana ospiterà invece la prima delle due «Serenate trentine» con protagonisti i cori locali.
Preceduto, nella giornata di lunedì 24 giugno dalla disputa allo Stadio Briamasco del primo Palio di San Vigilio di calcio, si terrà martedì 25 giugno in Piazza Fiera il Gran Galà del Trentennale con la partecipazione della New Project Funk Orchestra e la premiazione dei personaggi che hanno contribuito, dal 1984 ad oggi, a scrivere la storia delle Feste Vigiliane di Trento.
 
La giornata della Festa Patronale di San Vigilio, mercoledì 26 giugno, sarà caratterizzata, oltre che dalle celebrazioni liturgiche in Cattedrale, dalla tradizionale disfida dei Ciusi e Gobj e dallo spettacolo pirotecnico conclusivo.
Accanto agli appuntamenti della tradizione e a un ricco programma di eventi culturali e spettacoli, le Feste non mancheranno di proporre la consueta animazione del centro storico cittadino con i Concorsi di scultura del legno e di pittura; il programma di animazione per i più piccoli «Il Giardino delle Meraviglie»; la Galleria dell'Artigianato trentino nel Borgo di San Vigilio e, per i buongustai, lo Spazio al Gusto in Piazza Adamo d'Arogno.
E così i trentini e quanti nei giorni delle Feste soggiorneranno in città, potranno scendere in strada e immergersi in un’atmosfera genuina e gioiosa, condividere la magia di una serata di musica o di teatro, godere del il piacere della buona tavola.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni