Home | Eventi | Feste Vigiliane | Feste Vigiliane, un successo dovuto al miracolo dei volontari

Feste Vigiliane, un successo dovuto al miracolo dei volontari

E degli sponsor. Le Feste ci saranno anche il prossimo anno, perché ormai fanno parte della vita cittadina

image

Oggi a Trento c'è stata la riunione annua che segue le Feste Vigiliane concluse e anticipa qualcosa su quelle di là da venire.
Il tutto è avvenuto nel corso un lauto pranzetto organizzato a mezzogiorno presso «L'Altro» ristorante, che sta sotto al «Marinaio».

Tra organizzatori, pubblici amministratori, giornalisti, sponsor e volontari, ci saranno state 150 persone.
Questa è la macchina che muove le Vigiliane e che, come ha sottolineato il sindaco Andreatta, senza sponsor e volontari non potrebbe reggere in un momento così difficoltoso come quello che si sta passando.

Il sindaco ha assicurato che farà il possibile per far sì che anche nel 2012 le Vigiliane possano dare alla città quei giorni di festa vera e autentica che per secoli non è riuscita ad avere.
Per le Feste del 2011, il budget messo a disposizione dal Comune è stato ridotto di quasi un terzo rispetto all'anno precedente. Si parla di 50.000 euro in meno: 140.000.

In effetti le Vigiliane sono l'unico momento della città in cui pubblici esercizi, cittadini e turisti convivono spensieratamente per tutta una notte senza litigare per la chiusura e senza obbligare nessuno a tenere aperto.
Poche città nel mondo godono di momenti come questi, dove il fenomeno è spontaneo. Per Trento, fino a pochissimi anni fa, tutto questo era inimmaginabile.

Si dice che siano 100.000 i turisti che vengono in città per la Notte Bianca, cifra assai vicina alla realtà.
La cosa più sorprendente è che entro le 9 di mattina dell'indomani, le strade sono già pulite perfettamente.
Quest'anno, come avevamo sottolineato il 27 giugno, questo gesto di civiltà è avvenuto proprio mentre a Napoli la gente era scesa per le strade a bruciare le monnezze sparse per le strade.

Con ogni probabilità, anche l'anno prossimo le feste si svolgeranno in quattro giorni.
Poiché S. Vigilio nel 2012 cade di martedì, più d'uno si è domandato come organizzarle, dato che la manovra finanziaria dello Stato ha decretato che le feste non concordatarie siano anticipate o posticipate alla domenica più vicina.
Ma questi sono dettagli che Guido Malossini riuscirà a risolvere come sempre nel migliore dei modi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni