Home | Eventi | Natale 2021 | Avio, il mercatino di Natale conquista il castello

Avio, il mercatino di Natale conquista il castello

Storia, musica, artigianato e sapori – Il presidente Fugatti: «Grande segnale di speranza»

image

>
L’atmosfera del Natale ha riconquistato il Castello di Avio.
Dopo la pausa obbligata dello scorso anno, il maniero (Bene del Fai – Fondo Ambiente Italiano) organizza e ospita la quarta edizione del mercatino in collaborazione con il Comune di Avio e l’Apt Rovereto Vallagarina Monte Baldo.
Stamane al taglio del nastro sono intervenuti, fra gli altri, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, il sindaco di Avio Ivano Fracchetti, il sindaco di Ala Claudio Soini e l’onorevole Vanessa Cattoi.
 

 
«Questa iniziativa – ha detto il presidente Fugatti – è un vero e proprio segnale di speranza. La nostra Autonomia si autosostiene con le proprie risorse e quindi la vivacità imprenditoriale, che qui si sposa con il turismo, l’enogastronomia, l’artigianato e le tradizioni del territorio, rappresenta una fondamentale carica di fiducia.
«Grazie quindi a tutti coloro che hanno consentito di riportare il Natale al castello e sul territorio.»

Un ringraziamento formulato anche dal sindaco di Avio, Ivano Fracchetti, che ha portato il saluto dell’intera amministrazione comunale e del presidente dell’Apt Rovereto Vallagarina Monte Baldo Giulio Prosser.
La sinergia fra tutti gli attori coinvolti – ha detto il sindaco Fracchetti – è la formula che ha consentito di portare l’atmosfera del Natale sul territorio comunale, ma non solo.
Durante l’inaugurazione è stato osservato un minuto di silenzio in ricordo di Casimiro Margoni, già assessore e presidente del Consiglio comunale di Avio e promotore delle iniziative per il Natale, recentemente scomparso.
 

 
È un vero e proprio «sistema Vallagarina», come ha detto il sindaco di Ala Claudio Soini, la chiave di lettura delle diverse iniziative organizzate per diventare da «territorio di attraversamento» a «territorio di sosta».
«Riappropriamoci della normalità», – ha affermato invece l’onorevole Vanessa Cattoi, sottolineando in particolare il significato del Natale al Castello per i bambini, particolarmente colpiti dalle limitazioni della pandemia, e per il settore del commercio.
L’inaugurazione di stamane apre un calendario con tre fine settimana all’insegna della storia, del gusto e delle tradizioni locali: sabato 27 e domenica 28 novembre, sabato 4 e domenica 5 dicembre, sabato 11 e domenica 12 dicembre ed eccezionalmente anche mercoledì 8 dicembre, Festa dell’Immacolata.
 

 
Venticinque espositori trentini (soprattutto della Vallagarina) e dell’alto veronese animeranno il Palazzo Baronale e il suo cortile, valorizzando sapori e tradizioni fra artigianato e gastronomia in una suggestiva cornice musicale.
Accanto al mercatino, infatti, il castello di Avio ospiterà anche concerti corali, spettacoli itineranti, attività per i più piccoli e visite guidate alle sale del maniero, alla scoperta dei suoi straordinari affreschi trecenteschi.
E per la prima volta l’evento esce dal Castello: il 12 e il 19 dicembre le vie del centro storico di Sabbionara e di Avio saranno animate da aperture straordinarie dei negozi e delle cantine, grazie alla collaborazione con l’Unione e Commercio Rovereto e Vallagarina e grazie al mondo del volontariato locale.
L’iniziativa al maniero di Avio fa parte di «I Natali della Vallagarina» (organizzati dall’Azienda per il turismo), rassegna che coinvolge ben 17 Comuni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni