Home | Eventi | Trento Film Festival | Premi del pubblico: vincono «Cholitas» e «Der Bär in mir»

Premi del pubblico: vincono «Cholitas» e «Der Bär in mir»

Anche in questa edizione speciale il pubblico del Trento Film Festival ha potuto votare per i lungometraggi preferiti

image

>
Il Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo - Rotari è andato al film di Pablo Iraburu e Jaime Murciego, storia di un gruppo di donne boliviane che sfidano pregiudizi e altitudine per cimentarsi nella scalata dell’Aconcagua, indossando i coloratissimi abiti tradizionali della popolazione aymara.
«Der Bär in mir» di Roman Droux si aggiudica invece il Premio del pubblico Miglior Lungometraggio - DAO Conad.
Per poter votare era richiesto un biglietto valido della proiezione in sala o in Arena.


 
Il Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo - Rotari è andato a Cholitas di Pablo Iraburu, Jaime Murciego (Spagna / 2019 / 80'), il film che ha inaugurato la piattaforma streaming grazie alla collaborazione con Montura, e che ha incantato il pubblico del Festival online, in sala e nell’Arena di Piazza Fiera.
Cholitas racconta la storia di cinque donne indigene boliviane che affrontano una spedizione unica nel suo genere: come gesto di liberazione e di emancipazione, decidono di scalare l’Aconcagua, la montagna più alta d'America.
L’immagine è sorprendente: scalano indossando le loro gonne tradizionali.
Sono più che alpiniste, sono donne coraggiose che trovano nella montagna uno spazio per sentirsi libere, felici e vive.
La loro avventura mostrerà al mondo un modo entusiasmante di essere donna, di vivere la tradizione e rapportarsi con Madre Natura.
 
Il Premio del pubblico Miglior Lungometraggio - DAO Conad è stato assegnato invece Der Bär in mir di Roman Droux (Svizzera / 2019 / 91'), nel quale il regista segue la spedizione del biologo svizzero David Bittner nell’Alaska più selvaggio.
I due passeranno un’intera estate condividendo una vallata con giganteschi orsi grizzly, mostrati in immagini ravvicinate mozzafiato, che ci interrogano sul rapporto tra uomo e animale.
I due avventurieri incontrano gli animali a distanza ravvicinata, osservano la lotta per la sopravvivenza di una famiglia di orsi e assistono a drammatiche scene di combattimento.
Spinto dal desiderio di esplorare l'ignoto, il film racconta una storia personale di natura selvaggia, incorniciata in immagini mozzafiato di creature uniche.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni