Home | Alto Adige | La Provincia di Bolzano adegua 6 leggi alla normativa europea

La Provincia di Bolzano adegua 6 leggi alla normativa europea

Sei leggi provinciali, tra cui la legge sulla caccia del 1987 e lo Statuto del 2015, devono essere modificate e allineate ai requisiti comunitari

Oggi la Giunta della Provincia autonoma di Bolzano ha approvato, su proposta del presidente Arno Kompatscher, un disegno di legge per adeguare sei norme provinciali ai requisiti europei.
Come noto, l’articolo 4 della legge provinciale 12 ottobre 2015, n. 14, prevede la predisposizione di un disegno di legge provinciale per l’attuazione del diritto dell’Unione europea e per il costante adeguamento dell’ordinamento giuridico della Provincia a quello dell’Unione europea.
Dopo l'approvazione della Giunta, il disegno di legge passa ora al Consiglio provinciale per un ulteriore esame.
 
 L’adeguamento normativo  
La legge europea provinciale 2021 punta, tra gli altri, a rafforzare la conciliabilità tra lavoro e vita privata.
A tal fine, un riferimento alla direttiva europea sull'equilibrio tra lavoro e vita privata per genitori e badanti, che deve essere attuato entro l'agosto 2022, sarà incluso nel regolamento del personale provinciale.

La direttiva UE 2019/1158 contiene inoltre disposizioni sui requisiti minimi per il congedo parentale e per badanti, così come per le disposizioni di lavoro flessibile per i dipendenti che sono genitori o badanti.
La legge europea apporta anche modifiche alla legge provinciale sulla caccia, alle disposizioni procedurali per l'applicazione di sanzioni amministrative, alla legge provinciale sulla mobilità pubblica, alle disposizioni sugli impianti a fune e sugli ostacoli all'aviazione e alle misure per la garanzia della qualità nel settore alimentare.

Inoltre, l'articolo 1 della legge europea di quest’anno prevede la possibilità che la Provincia di Bolzano possa partecipare alla costituzione di una fondazione senza scopo di lucro finalizzata a promuovere, nell’arco alpino, lo spirito europeo, inteso nella più ampia accezione del termine, a tutelare l’ambiente alpino naturale e culturale nonché a incentivare il rispetto per l’uomo e la natura. La fondazione persegue le proprie finalità anche tramite la gestione del «Rifugio Europa» nel comune di Val di Vizze.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni