Home | Alto Adige | Alto Adige: per la prima volta Ricerca e sviluppo all’1% del PIL

Alto Adige: per la prima volta Ricerca e sviluppo all’1% del PIL

Secondo l'indagine ASTAT, la spesa per la ricerca e l'innovazione in Alto Adige è aumentata del 12,9% tra il 2019 e il 2020. Le imprese svolgono un ruolo centrale

Nel 2020 la spesa per la ricerca e lo sviluppo in Alto Adige ha raggiunto per la prima volta l'1% del prodotto interno lordo (PIL) provinciale.
Questo è quanto emerge dai dati di un'indagine pubblicata dall'Istituto provinciale di statistica ASTAT nella serata di mercoledì 20 settembre.
Secondo i dati, gli investimenti in ricerca e sviluppo sono aumentati del 12,9%, passando da 191,9 milioni di euro nel 2019 a 216,6 milioni nel 2020.
La quota del PIL è quindi aumentata dallo 0,75 allo 0,98% nel periodo di confronto.
 
Il presidente della Provincia e assessore provinciale alla Ricerca e allo sviluppo definisce il raggiungimento del traguardo dell'1% come la prima importante tappa del cammino dell'Alto Adige verso la ricerca.
«L'aumento a poco meno dell'1% è la conferma che siamo sulla strada giusta con la nostra strategia di innovazione e che gli sforzi congiunti delle aziende, dell'Università, degli istituti di ricerca e della Provincia stanno dando i loro frutti.
«L'Alto Adige si sta gradualmente affermando sulla mappa della ricerca internazionale. Il sostegno mirato della Provincia per costruire competenze e infrastrutture di ricerca si riflette nell'aumento della percentuale, anche se, nonostante il forte recupero, siamo ancora indietro rispetto alle regioni vicine.»
 
Particolarmente apprezzabile è l'elevato contributo del settore delle imprese.
L'indagine ASTAT mostra che le imprese rappresentano quasi il 60% della spesa totale dell'Alto Adige per la ricerca e l'innovazione nel 2020.
Con 127,8 milioni di euro, il loro contributo è stato addirittura leggermente superiore a quello delle aziende trentine (124 milioni di euro), anche se nella Provincia confinante la spesa totale in ricerca e sviluppo è superiore di ben 100 milioni di euro rispetto all'Alto Adige, per un totale di 317,9 milioni di euro.  
Le quote rimanenti degli investimenti in ricerca e sviluppo sono distribuite tra le spese delle università, delle società pubbliche e delle organizzazioni non profit.    
 
Come dimostrano i dati dell'Ufficio provinciale Innovazione e tecnologia, la tendenza continua anche l'anno successivo: nel 2021, le aziende altoatesine hanno presentato 230 domande con un investimento totale di 71 milioni di euro per la ricerca e lo sviluppo. La Provincia ha concesso un contributo di oltre 22 milioni di euro per i suddetti investimenti nel 2021.
Si è registrato un notevole aumento delle richieste d‘innovazione dei processi. Ciò significa che le aziende investono sempre di più nell'automazione e nella digitalizzazione dei processi di lavoro.

Oltre alla Libera Università di Bolzano e a EURAC Research, il NOI Techpark ha sostenuto in particolare le imprese nella realizzazione di progetti di ricerca e innovazione.
Un ruolo centrale è svolto dagli oltre 40 laboratori allestiti secondo i più alti standard nelle quattro aree strategiche delle tecnologie ambientali, alpine, alimentari e dell'automazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande