Home | Archivio | Mondiali Fiemme 2013 | Il Presidente Errani e il Sindaco di Mirandola Benatti ai Mondiali «della solidarietà»

Il Presidente Errani e il Sindaco di Mirandola Benatti ai Mondiali «della solidarietà»

Da Fiemme 2013 all'Emilia si raccolgono fondi per costruire una palestra per le Scuole Medie Montanari della cittadina modenese

La solidarietà viaggia anche sugli sci da fondo e compie salti significativi per garantire sostegno a chi ne ha bisogno.
Negli stadi del salto e del fondo della Val di Fiemme, affollatissimi di ospiti e tifosi, ragazze e ragazzi «armati» di leggeri contenitori in legno portati a spalla, vendono cd «WorLd cHaMpS CoMpiLaTioN» contenenti 13 brani musicali incisi - in occasione dei Mondiali - per aderire al progetto di solidarietà «Uniti per l'Emilia.»
 
L'intero ricavato della vendita di questa compilation sarà destinato alla costruzione della palestra delle Scuole Medie di Mirandola, una delle località colpite fortemente dal terremoto dello scorso maggio.
Oggi il presidente della giunta regionale Vasco Errani e il sindaco di Mirandola Maino Benatti sono arrivati in Val di Fiemme in segno di ringraziamento.
 
Il sindaco di Cavalese Silvano Welponer - anche a nome del Comitato dei Mondiali - e Paolo Deville, responsabile del progetto «Uniti per l'Emilia», li hanno ricevuti ufficialmente.
Finora il progetto, nato per la volontà di privati cittadini della Val di Fiemme a cui si sono aggiunte le istituzioni della Valle, Comuni e Magnifica Comunità, ha raggiunto il 40% dell'obiettivo prefissato con quasi 205.000,00 euro che serviranno a costruire la nuova palestra a Mirandola.
 
Fra i 13 brani incisi sul cd che i ragazzi vendono negli stadi del fondo e del salto e presso la casetta al Centro del Fondo di Lago di Tesero c'è anche òa canzone dei Mondiali «C'è un fiore sulle Dolomiti», scritta da Goran Bregovic, cantata e suonata da 130 fra coristi e strumentisti trentini.
Ci sono poi i 6 brani finalisti del concorso «Canta i Mondiali», iniziativa promossa da Trentino Fiemme 2013 in collaborazione con Radio Dolomiti e il quotidiano L'Adige e altri 6 brani di artisti trentini che, con la loro musica, contribuiscono alla realizzazione del progetto «Uniti per l'Emilia».
 
La palestra, obiettivo finale del progetto, sarà costruita dal Comune di Mirandola per le parti in muratura e per gli impianti tecnologici mentre, a carico della Val di Fiemme - «Uniti per l'Emilia» - sarà la copertura in legno proveniente dalle foreste della Val di Fiemme e realizzata in collaborazione con aziende locali.
La palestra avrà una superficie coperta di circa 1.500 metri quadrati con un rettangolo di gioco ed altezza tali da consentire qualsiasi attività sportiva.
 
La palestra sarà a servizio delle scuole e negli orari extra scolastici verrà utilizzata dalle società sportive mirandolesi.
L'obiettivo del comitato di solidarietà «Uniti per l'Emilia» è rendere utilizzabile la struttura per l'anno 2013/2014.
 
E' possibile versare un contributo attraverso Cassa Rurale di Fiemme IBAN IT 46 P 08184 35640 00000 2155705 e Cassa Rurale Centrofiemme - Cavalese IBAN IT 72 M 08057 34600 000000 256133
Info sul sito: http://www.studiomvd.it/uniemilia.html

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone