Home | Archivio | Mondiali Fiemme 2013 | Fiemme 2013 celebra Johan Alsson, nuovo Re della 50 km

Fiemme 2013 celebra Johan Alsson, nuovo Re della 50 km

Lo svedese, in fuga per quaranta km ha portato l’oro in Svezia – Cologna chiude secondo e Poltoranin è bronzo – Noeckler e Di Centa combattono fino alla fine

image

In una 50 km in classico, non è proprio consigliato andarsene in fuga dopo soli 10 km.
Rimane ancora un’ora e mezza di gara abbondante, in cui tutto può accadere e il caldo – quello di oggi in Val di Fiemme - può anche fare brutti scherzi.
«È vero, il rischio era alto, – ha commentato a fine gara oggi il nuovo campione del mondo Johan Olsson. – Ma ho voluto provarci e capire come avrebbero reagito gli altri.»
E la reazione degli altri è stata a dir poco blanda all’inizio, nessuno poteva minimamente immaginare che il fondista di Skultuna, sotto anche gli occhi del suo re, avesse gambe e fiato per correre tutto da solo una prova massacrante come la 50k.
 
L’unico a pensarla diversamente, in realtà, è stato Dario Cologna che, forse sospettando dell’ottima forma dell’avversario e dell’incredibile voglia degli Svedesi di mettersi al collo un oro a questi Campionati del Mondo, ha seguito Olsson come un’ombra per una decina di chilometri, fino a che una caduta lo ha fatto tornare tra i ranghi, nella bagarre degli inseguitori.
Qui, sono stati a lungo anche gli azzurri Giorgio Di Centa e Dietmar Noeckler, bravi a tenere il passo dei vari Legkov, Poltoranin, Northug, Bauer, Roenning e Vylegzhanin, tra i tanti.
 
Il vantaggio di Olsson non è mai andato oltre il minuto e comunque qualcuno ha tentato il recupero, come Lukas Bauer al 35° km, ma lo svedese era oggi una macchina perfetta, nello stile, nel passo e nella tenuta.
Il suo ingresso sul rettifilo finale è stato salutato da un boato assordante e le bandiere svedesi a prendersi la rivincita su tutto e tutti.
Nell’ultimo chilometro si è accesa anche la lotta per l’argento e Cologna è sembrato il candidato primo, seguito da Legkov, Poltoranin e Roenning.
Argento dunque allo svizzero e il kazaco, che beffava il norvegese e il russo, per pochi secondi e si metteva al collo il bronzo.
Dopo nemmeno un minuto da Poltoranin è apparso sul traguardo Noeckler, il migliore tra gli azzurri, seguito da Di Centa, rispettivamente 18° e 19°.
Valerio Checchi ha chiuso al 36° posto e Mattia Pellegrin al 38°. 
 
 50 Km C Men
1 OLSSON Johan SWE 2:10:41.4; 2 COLOGNA Dario SUI 2:10:54.3; 3 POLTORANIN Alexey KAZ 2:10:58.2; 4 LEGKOV Alexander RUS 2:11:00.9; 5 ROENNING Eldar NOR 2:11:01.6; 6 GJERDALEN Tord Asle NOR 2:11:13.7; 7 DOTZLER Hannes GER 2:11:14.1; 8 VYLEGZHANIN Maxim RUS 2:11:16.0; 9 FILBRICH Jens GER 2:11:19.9; 10 RICHARDSSON Daniel SWE 2:11:22.7.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone