Home | Arte e Cultura | Kino, il Vestenera, visto (e disegnato) da Fulber

Kino, il Vestenera, visto (e disegnato) da Fulber

Presentato in Sala Rosa della Regione il volume a fumetti «La Leggenda di Kino il Vestenera»

image

Nella prestigiosa Sala Rosa della Regione, Caterina Dominici ha introdotto l'autore del volume Fulvio Bernardini, Fulber, mentre il presidente dell'associazione culturale Padre Eusebio Chini di Segno e Mariapia Ciaghi per i tipi de Il Sextante hanno presentato l'opera.
Il volume è impreziosito da una presentazione dell'Arcivescovo Luigi Bressan e da un'introduzione alla storia di Andrea Fontana, presidente dell'Osservatorio Storytelling dell'Università di Pavia.



Per la prima volta dunque l'incredibile epopea del gesuita Padre Eusebio Chini (Kino) in versione a fumetti per ragazzi nelle 44 tavole illustrate da Fulvio Bernardini (Fulber) per ricordarne i 300 anni dalla scomparsa.
Una produzione tutta Trentina che a cavallo del tempo, tra il 1678 e il 1711, ripercorre la vita, i viaggi, le esplorazioni, le disavventure e le missioni dell'eroico «Vestenera» di Segno in Val di Non, raccontate con piglio fantastico ma fedeli alla realtà storica.

Gli episodi Rotta a Vera Cruz e Il Cow-Boy della Pimeria, scritti e disegnati, dall'autore tra il 2005 e il 2008 sono pubblicati a colori nella prima edizione cartonata del volume La Leggenda di Kino il Vestenera, grazie alla casa editrice «Il Sextante» di Mariapia Ciaghi.

Immaginate di compiere un viaggio nell'America del '600 al tempo della Conquista Spagnola e di attraversare gli oceani a bordo di antichi vascelli, e i territori inesplorati d'America a cavallo.
Sembrerebbe la sceneggiatura di un film d'avventura che vede coinvolti pirati, tribù indiane e soldati spagnoli. Ma i numerosissimi libri scritti su Kino e il suo diario "Favores Celestiales" ci descrivono una realtà che supera di gran lunga la fantasia e che ci onora come italiani e prima ancora come trentini, di una figura storica di levatura mondiale.

Come citato nella prefazione di Andrea Fontana, esperto di «corporate storytelling», il fumetto di Fulvio Bernardini attualizza, porta vicino, porge con parsimonia, discrezione e delicata attenzione.
Suggerisce il futuro. E offre. Lasciando liberi i lettori di farsi un'idea, di ricordare a loro modo, di riattualizzare la storia nel presente secondo il desiderio di vita di ognuno.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande