Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | «Sentinelle di pietra, di forte in forte sul Sentiero della Pace»

«Sentinelle di pietra, di forte in forte sul Sentiero della Pace»

Dall'8 luglio al 31 agosto l'appuntamento è con «Sentinelle di pietra, di forte in forte sul Sentiero della Pace»

image

>
Torna, per il secondo anno consecutivo, la ricca rassegna, ambientata nelle fortezze del Trentino, di spettacoli, escursioni, laboratori didattici, letture e presentazioni di novità editoriali.
Quest'anno in più c'è una mostra d'arte contemporanea sul tema: la Babele di linguaggi e di simboli legati ai conflitti.
L'iniziativa è stata presentata questa mattina presso il Palazzo della Provincia, alla presenza dell'assessore provinciale alla cultura Tiziano Mellarini.
La conferenza stampa è stata preceduta dalla proiezioen del breve filmato che abbiamo caricato in un articolo dedicato (vedi).
 
«Grazie alla collaborazione del pubblico, di privati, dell'associazionismo e delle amministrazioni locali – ha sottolineato l'assessore Mellarini – questo progetto di valorizzazione del nostro patrimonio storico, su cui si è molto investito in termini di manutenzione e recupero, arricchisce l'offerta del territorio con appuntamenti dal grande contenuto culturale e interessanti anche in chiave turistica. Possiamo partire da questa esperienza per dare continuità a questa azione di promozione, pensando magari ad un coordinamento o, perché no, ad un vero e proprio club di prodotto.»
Dal Passo del Tonale alle Dolomiti lungo il Sentiero della Pace, a più di 100 anni dall'inizio delle ostilità fra Austria-Ungheria e Regno d’Italia, la rassegna è proposta dal «Circuito dei Forti del Trentino».
Luoghi progettati per la guerra si trasformano così in strumenti di diffusione della conoscenza della storia e della cultura della pace attraverso i linguaggi delle arti.
La Fondazione Museo storico del Trentino è incaricata del coordinamento delle attività e del raccordo con le amministrazioni comunali che possiedono o gestiscono i forti.
 
«Quello che presentiamo è un programma ambizioso – ha rilevato Giuseppe Ferrandi, direttore della Fondazione Museo Storico – che evidenzia la grande collaborazione che si è registrata tra attori e interlocutori diversi.»
«Le amministrazioni locali – ha aggiunto Franco Vigagni, sindaco di Trambileno – hanno tutto l'interesse a estendere il più possibile la fruibilità del loro patrimonio culturale e storico. Segnali importanti del successo di queste iniziative stanno già arrivando dal mondo della scuola.»
L’edizione 2016 vede, assieme agli spettacoli, una mostra d’arte contemporanea - «per la prima volta» ha sottolineato la curatrice Mariella Rossi, -oltre alle escursioni sul «Sentiero della Pace», laboratori per bambini, presentazioni di novità editoriali e una giornata di letture che si svolgerà in contemporanea in alcune fortezze trentine giovedì 28 luglio, anniversario della dichiarazione di guerra alla Serbia da parte dell’Austria-Ungheria.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande