Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | La cerimonia il 6 novembre 2016 al sacrario di Rovereto

La cerimonia il 6 novembre 2016 al sacrario di Rovereto

Tumulazione di un milite ignoto nel corso della Commemorazione dei Caduti

image

>
Saranno tumulati nel Sacrario di Castel Dante, a Rovereto, il 6 novembre prossimo - in occasione della Commemorazione Ufficiale dei Caduti e di tutte le vittime della Guerra - i resti, appartenenti ad un Caduto italiano ignoto, rinvenuti casualmente nel settembre del 2015 nel territorio del Comune di Villa Agnedo a quota 995metri, su un rilievo boschivo alle falde del Monte Ortigara denominato Cafeloto. Fu un membro della Commissione storica della SAT ( Società degli Alpinisti Tridentini ) a rinvenire le spoglie.
Alla cerimonia di tumulazione, della quale vi indichiamo di seguito il programma (vedi allegato), sarà presente il sindaco di Rovereto Francesco Valduga e le Associazioni Combattentistiche e d'Arma. Sarà presente la Fanfara Alpina di Lizzana ed il Coro del Comune di Rovereto.
La cittadinanza è invitata a partecipare
 
 DOMENICA 6 NOVEMBRE 2016 
COMMEMORAZIONE DEI CADUTI E DI TUTTE LE VITTIME DELLA GUERRA
Ore 10.00 – Ritrovo piazzale Sacrario Castel Dante - Sfilata e onore ai Caduti
Ore 10.30 – Tumulazione del Caduto Ignoto e Santa Messa in suffragio dei Caduti
A seguire: interventi delle Autorità.
 
I resti appartenenti - oltre ogni ragionevole dubbio - ad un Caduto italiano ignoto, sono stati rinvenuti casualmente nel settembre del 2015 nel territorio del Comune di Villa Agnedo a quota 995metri, su un rilievo boschivo alle falde del Monte Ortigara denominato Cafeloto.
Fu un membro della Commissione storica della SAT ( Società degli Alpinisti Tridentini ) a rinvenire le spoglie.
Successivamente venivano informati i carabinieri della Stazione di Castel Ivano ( ex Strigno ) che il 10 ottobre effettuavano un sopralluogo nell’area accompagnati da rappresentanti della Commissione Storica della SAT, dell’Associazione Storico Culturale Valsugana Orientale e Tesino, del Soccorso Alpino di Borgo Valsugana e del Comune di Villa Agnedo. In accordo con il Dottor Franco NICOLIS della Sovrintendenza per i beni archeologici della Provincia Autonoma di Trento si procedeva quindi al recupero, dopo aver espedito le procedure giudiziarie e medico legali, come comunicato dai carabinieri di Castel Ivano.
Altri 9 militi ignoti saranno invece tumulati al Sacrario di Asiago in un'altra distinta cerimonia che si terrà il prossimo 4 novembre nel comune vicentino.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone