Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | Domenica si chiude la stagione delle «Sentinelle di pietra»

Domenica si chiude la stagione delle «Sentinelle di pietra»

A Forte Garda una visita teatralizzata e concerto del coro Castel di Arco

Sarà la visita teatralizzata Sensazioni Forti.
Le pietre raccontano a concludere domenica a Forte Garda (Riva del Garda) la quarta stagione della rassegna culturale di Sentinelle di Pietra.
L’evento (inizio ore 15) è a cura di Miscele d'Aria Factory. Rappresenta quarto appuntamento del mini-ciclo dedicato ai percorsi immersivi nelle fortezze di oltre cento anni fa e anche l’ultimo atto del lungo e coinvolgente cartellone estivo che ha animato 19 Forti austro-ungarici del Trentino.
A segnare ufficialmente la conclusione della stagione 2018 sarà alle ore 17 il concerto del Coro Castèl della sezione Sat di Arco.
 
 Sensazioni Forti 
Le pietre raccontano è un'esperienza di grande impatto nella quale le emozioni sono al centro di un percorso in cui i suoni e le immagini si fondono e raccontano in modo vivido e diretto la quotidianità della guerra, le piccole grandi storie di soldati legate alle mura di Forte Garda.
Uno scrigno di emozioni - a cura della compagnia artistica specializzata in particolare in eventi sensoriali in cuffia - dove la musica e le parole si intrecciano e trasmettono emozioni al gruppo dei visitatori, che vengono costantemente guidati da una guida/performer.
La tecnologia permette, attraverso l’utilizzo delle cuffie wireless, di avere per ogni visitatore una percezione personale, non disturbata da rumori o distrazioni esterne.
Uno spettacolo da vivere come esperienza “full immersion” in questi luoghi suggestivi.
La visita durerà circa 50 minuti: a seguire ci sarà il concerto del Coro Castel della sezione Sat di Arco. INFO: MAG Museo Alto Garda | +39.0464.573869 | info@museoaltogarda.it | www.museoaltogarda.it.
 

 
Location d'eccezione per questo ultimo appuntamento con Sentinelle di Pietra sarà Forte Garda, situato a Riva del Garda sul monte Brione, un rilievo di 375 metri che domina l'accesso nord del Benaco, e grazie a questa posizione privilegiata venne utilizzato dalla metà del XIX secolo come sede fortificata.
Nel 1904 partirono i lavori per la costruzione del forte austroungarico, edificio che segue l'andamento della roccia integrandosi con l'ambiente circostante.
Il forte è stato oggetto di un recente e significativo intervento di recupero ed è visitabile fino al 14 ottobre nei giorni di venerdì, sabato e domenica con orario dalle ore 10 alle 17.
 
Sentinelle di Pietra è un'iniziativa promossa dal Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento. E a cura del Centro servizi Santa Chiara e della Fondazione museo storico del Trentino e coinvolge 19 fortificazioni distribuite sull'intero territorio provinciale con eventi culturali, momenti di riflessioni, rappresentazioni musicali, teatrali ed artistiche in un cartellone molto ricco che, come detto, si concluderà domenica a Forte Garda.
Per rivivere la stagione 2018 di Sentinelle di Pietra è possibile consultare i canali Facebook (@museostorico |@sentinelledipietra | @arteforte) e Instagram (@Sentinelle di Pietra) o i siti web: www.museostorico.it e www.trentinograndeguerra.it | www.gardatrentino.it
Proseguirà invece ancora per una settimana il progetto Arte Forte - Aspettando il momento ideato e curato dalla Galleria d'arte di Giordano Raffaelli di Trento che fino al 23 settembre vede 10 forti ospitare i lavori di 19 artisti coordinati da 12 case d’arte di Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone