Home | Pagine di storia | 1ª Guerra Mondiale | Nuovo libro sull'Offensiva austro-ungarica degli altipiani 1916

Nuovo libro sull'Offensiva austro-ungarica degli altipiani 1916

L’austriaco Artl lo presenta domani al Museo della Guerra di Rovereto

È dedicato alla Spedizione punitiva. L’offensiva austro-ungarica degli altipiani. 1916 il libro scritto dall’autore austriaco Gerhard Artl (edizioni A.Weger, Bressanone 2018) che sarà presentato domani (15 novembre 2018) alle ore 17.30, presso il Museo Storico Italiano della Guerra, nel Castello di Rovereto.
Il volume è frutto di lunghe ricerche condotte dall’autore e si articola in parti successive: dall’avvio delle fasi pre-belliche alla situazione internazionale post Conflitto.
Dopo l’introduzione dedicata alle vicende relative alla Triplice Alleanza a cavallo del secolo fino all’entrata in guerra dell’Italia nel maggio 1915, il corpo centrale dell’opera è dedicato alle vicende successive.
 
Durante il 1915 gli Imperi centrali combatterono in prevalenza uniti; applicando una strategia difensiva, conseguirono significativi successi, fino a che, agli inizi del 1916, le loro strade si divisero: l’Impero tedesco cercò la vittoria contro la Francia a Verdun, l’Austria-Ungheria contro l’Italia nel «Rayon Südtirol».
All’esame specifico del piano di dispiegamento dell’esercito per la cosiddetta «Spedizione punitiva», fa seguito la trattazione del piano operativo e la cronologia della battaglia di sfondamento.
La prima grande offensiva in alta montagna del mondo, inizialmente coronata da successo, andò rapidamente ad arenarsi, sfociando alla fine nella più pesante crisi subita fino a quel momento dall’esercito austro-ungarico nella guerra mondiale.
 
Gerhard Artl è nato nel 1955, ha studiato storia e scienze politiche sino ad acquisire il dottorato in filosofia. Già ufficiale di fanteria (ora nella riserva), è ora ufficiale consigliere del Capo di Stato maggiore in materia di opere culturali.
È vice direttore al Kriegsarchiv a Vienna, responsabile del settore Prima guerra mondiale. Ha all’attivo più di ottanta pubblicazioni tra libri e saggi comparsi su riviste specifiche.
L’incontro rientra nelle attività culturali promosso dal Museo della Guerra ed in particolare rientra nelle attività svolte quest’anno in occasione dei Ceto anni della fine della Prima Guerra Mondiale.
 
INFO:
Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto Via G. Castelbarco, 7 - Rovereto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone