Home | Pagine di storia | Alcide De Gasperi | «Gli anni di Alcide» a Pieve Tesino domenica 2 luglio

«Gli anni di Alcide» a Pieve Tesino domenica 2 luglio

Una rappresentazione teatrale itinerante negli spazi del Museo Casa De Gasperi. Recitano gli studenti del Liceo classico Prati di Trento in doppiaa replica

La Fondazione ha promosso un’iniziativa con gli studenti del Liceo classico G. Prati di Trento che nei mesi scorsi hanno lavorato su un progetto ambizioso: mettere in scena, negli spazi della casa museo dove è nato, la vita di Alcide De Gasperi.
Il risultato sono sette originali monologhi che interpretano in chiave inedita e innovativa la vita del più grande statista della storia italiana.
Il testo è di Riccardo Ricciardi, la regia di Federica Chiusole e Alessandra Evangelisti.
 
Nello spettacolo «Gli anni di Alcide» De Gasperi viene accostato, non tanto ai suoi «omologhi» politici ma a precursori illuminati nei campi più disparati: Picasso, Einstein, Lindbergh, Turing e altri grandi personaggi.
Quindi De Gasperi viene descritto, oltreché nella sua umanità, come intellettuale della politica.
 
Per poter concretizzare drammaturgicamente questo proposito vengono personificati sette anni decisivi della vita di Alcide; e ognuno di questi anni non parla solo di De Gasperi ma racconta, in un continuo parallelo, ciò che in quei 365 giorni è accaduto nel mondo.
La storia è raccontata con episodi considerati minori come l'invenzione della lampadina, la prima trasmissione radio, il primo film sonoro, il primo Festival della Canzone italiana e, ovviamente con i suoi grandi stravolgimenti, le due guerre mondiali, l'avvento dei regimi totalitari, il referendum sulla repubblica.
 
In mezzo gli episodi chiave della vita di Alcide, la morte del fratello Mario, l'impegno nell'accoglienza dei profughi trentini, l'incontro con la moglie Francesca, la prigionia, l'incarico di Presidente del Consiglio dei ministri. Sette monologhi di sette anni diversi che hanno segnato la vita di un uomo il quale, a sua volta, ha influenzato così tanto le generazioni venute dopo di lui.
Ingresso ridotto per tutti (3 €), prenotazione consigliata: museo.fdg@degasperitn.it o 3666341678.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni