Home | Coronavirus | Approvata dalla Provincia di Trento la variazione della delibera

Approvata dalla Provincia di Trento la variazione della delibera

Crisi Covid-19, ampliati i criteri per la concessione dei contributi a fondo perduto agli operatori economici

La delibera approvata oggi – su proposta dell’assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli – integra i criteri di attuazione dell’art. 5 della legge provinciale «Riparti Trentino», approvata lo scorso 13 maggio, per favorire la ripresa economica ed occupazionale del Trentino.
 
Sede operativa in Trentino
La giunta provinciale ha deciso di ammettere ai contributi a fondo perduto anche gli operatori economici che hanno sede operativa in provincia di Trento al momento della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale.
I precedenti criteri indicavano come requisito di ammissione la sede legale dell’operatore economico.
 
Volume di attività
L’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli, ha deciso di innalzare il tetto massimo dei volumi di attività delle aziende che chiederanno l’accesso ai contributi a fondo perduto: si passa da 1,5 a 5 milioni di euro.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni