Home | Economia e Finanza | TrentoEurSax, 3° Congresso Europeo dedicato al Saxofono

TrentoEurSax, 3° Congresso Europeo dedicato al Saxofono

Dal 15 al 20 Luglio 2024 uno straordinario evento con musicisti di fama mondiale

image

>
Un ricco calendario con masterclass, conferenze, mostre, concerti, un’occasione non solo per esperti e musicisti, ma per tutti gli amanti della musica e del saxofono, che avranno modo di conoscere e  approfondire questo strumento in tutti i suoi aspetti: è TrentoEurSax, Congresso Europeo del Saxofono, che dal 15 al 20 Luglio prossimi animerà la città capoluogo e altri palcoscenici del territorio.

In programma performance di saxofonisti di caratura internazionale, ensemble e orchestre, giovani solisti e gruppi emergenti, che proporranno opere del repertorio classico, moderno e contemporaneo, senza trascurare il jazz, la musica etnica e tutti i generi musicali odierni.
La manifestazione è stata presentata oggi nella Sala Stampa del Palazzo sede della Provincia dagli organizzatori, il presidente e direttore artistico Massimiliano Girardi, il co-direttore artistico Damiano Grandesso e il coordinatore generale Lorenzo Largaioli, alla presenza della vicepresidente e assessore alla cultura della Provincia autonoma di Trento Francesca Gerosa.
 
«L’ultima grande manifestazione in Italia dedicata a questo strumento risale al 1992 e questo aumenta ancora di più l’attesa per un evento che si preannuncia memorabile e che siamo fieri di ospitare - ha detto la vicepresidente Gerosa - Per l’occasione apriranno le loro porte anche alcuni musei e alcune delle più belle sale del centro storico del capoluogo, ma la musica di qualità sarà a disposizione di tutti grazie ai concerti all’aperto in diversi punti della città: un’esperienza davvero a 360 gradi nel mondo del sassofono. Poter apprezzare la musica di questo strumento, che rappresenta un focus di ricchezza culturale, è un momento di crescita per tutta la nostra comunità e voglio per questo ringraziare l’associazione Cross-Border che ha organizzato questo speciale evento e tutti gli indispensabili volontari che lavoreranno nei sei giorni per aver portato in Trentino un simposio di così alto livello, che regalerà a tutti momenti unici, come solo la musica sa regalare».
 
Ha portato un saluto anche il vicesindaco e assessore alla cultura e al turismo del Comune di Trento Elisabetta Bozzarelli, che ha sottolineato come valore aggiunto della manifestazione il lavoro congiunto fra tanti soggetti del territorio e istituzioni.
Presente anche la dirigente generale del Dipartimento istruzione e cultura PAT Francesca Mussino ed esponenti del mondo culturale e musicale trentino.
Dopo la Spagna nel 2014 e il Portogallo nel 2017, il terzo Congresso Europeo del Saxofono vede in Trentino oltre 700 musicisti partecipanti, con una ventina di Università di Musica, conservatori e associazioni coinvolte, tra le quali l'Associazione Saxofonisti Italiani e la Federazione Corpi Bandistici del Trentino, per 130 eventi nei sei giorni della manifestazione.
 

 
Massimiliano Girardi ha spiegato che l'evento è stato pensato non solo per gli addetti ai lavori, ma soprattutto per far conoscere alla comunità lo strumento e il sistema musicale che permette di portare la musica di alto livello sul territorio, con una macchina organizzativa che coinvolge circa 20 persone e molti volontari. Il programma è stato illustrato in dettaglio da Damiano Grandesso: oltre ai concerti didattici, a workshops, lectures, masterclass, durante tutte le giornate del congresso nelle diverse locations della città sono previsti concerti serali, tra i quali il 15 luglio quello dell'orchestra e coro dell’università di musica di Sydney e dell'orchestra d’archi Alpen classica (Auditorium S. Chiara).
 
Il 16 luglio è prevista la New Project Jazz orchestra di Trento (Teatro Capovolto), il 17 luglio l'Orchestra di saxofoni dei giovani iscritti al congresso, con la presentazione di una prima esecuzione assoluta (Teatro Capovolto). E ancora, il 18 Luglio è in programma il concerto della Banda aeronautica militare (Auditorium), il 19 luglio l'Ensemble Chromoson - Alto Adige (Filarmonica) e il 20 luglio l'Orchestra filarmonica veneta (Auditorium).
In tutti i concerti serali vi sarà la presenza di saxofonisti di fama internazionale che si esibiranno in qualità di solisti con le formazioni suddette. È prevista la partecipazione di Alessandro Malagnino, secondo classificato al concorso più importante al mondo di saxofono, l'A. Sax di Dinant, in Belgio.
 
Tra le Nazioni rappresentate, ci saranno musicisti provenienti, tra i molti Paesi, da Spagna, Portogallo, Francia Danimarca, Norvegia, Finlandia, Austria, Italia, Ungheria, Australia, America, Inghilterra, accanto alla presenza di una delle più grandi orchestre di saxofono al mondo, italiana. Presso la sala della Fondazione Caritro, inoltre, sarà aperta gratuitamente al pubblico, dal 17 al 19 luglio, una mostra con dedicata allo strumento, che si preannuncia come la più grande esposizione al mondo di saxofoni.
 
Lorenzo Largaioli ha ricordato come l'Assosciazione Cross-Border, nata nel 2015, organizza eventi a livello Euroregionale, in Trentino, Alto Adige e Tirolo e ha il trilinguismo come filo rosso tra i saperi e i valori che intende rappresentare e divulgare.
L'evento TrentoEurSax ha come partner istituzionali l'Assessorato alla cultura della Provincia autonoma di Trento, la Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol, il Comune di Trento, il Ministero per la cultura/Direzione Generale per lo spettacolo, APT Trento, Banca per il Trentino-Alto Adige, Mediocredito Trentino-Alto Adige/Südtirol.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande