Home | Economia e Finanza | Cassa del Trentino cede Paros Srl e Uni IT Srl

Cassa del Trentino cede Paros Srl e Uni IT Srl

Prosegue così il piano di razionalizzazione delle società pubbliche

Con la sottoscrizione degli atti di cessione del 100% di Paros Srl e del 49% di Uni IT Srl Cassa del Trentino SpA cessa di essere operativa in un business che, nato per esigenze pubbliche (sviluppo di mandato informatico, firma digitale, ecc.), si connota sempre più come area di servizi a mercato caratterizzati da esigenze di economie di scala e forti investimenti sull'innovazione.
Con tale operazione Cassa del Trentino S.p.A. prosegue nell'attuazione del piano di razionalizzazione delle società pubbliche, approvato dalla Provincia autonoma di Trento mentre il Gruppo GPI rafforza ulteriormente la propria presenza sul territorio.
 
Argentea Srl è risultata aggiudicataria della gara avviata con la pubblicazione di apposito Bando d’asta in data 22 dicembre 2017.
L’operazione ha attirato l’interesse di tre importanti operatori nazionali: oltre al Gruppo GPI mediante la controllata Argentea Srl, hanno infatti partecipato alla procedura (Data Room, confronto con il top management delle due società, ecc.) anche altre due società italiane operanti nel business informatico.
Particolare attenzione nella procedura è stata riservata alle tutele occupazionali che i concorrenti erano tenuti ad accettare: impegno a non recedere dai rapporti di lavoro in essere alla data della cessione ed al mantenimento della sede di lavoro a Trento per 24 mesi.
 
Alla scadenza dei termini è pervenuta la sola offerta di Argentea Srl con un prezzo complessivo pari ad Euro 1.220.000 (Euro 500.000 per Paros ed Euro 720.000 per Uni IT).
A seguito dell’aggiudicazione provvisoria del 15 maggio, si è reso necessario procedere alle verifiche sulle dichiarazioni rese e ad attivare le procedure per consentire al socio di maggioranza di Uni IT Srl di esercitare il diritto di prelazione.
Preso atto del mancato esercizio del diritto di prelazione, il 6 luglio la gara è stata aggiudicata definitivamente ad Argentea Srl ed il 9 luglio sono stati perfezionati gli atti notarili.
 
Considerando anche l’erogazione dei dividendi straordinari prodromici alla cessione, l’incasso complessivo della vendita delle citate partecipazioni è stato pari a 4,3 milioni di Euro a fronte di un investimento iniziale di Euro 10.000 per Paros Srl e di Euro 490.000 per Uni IT Srl.
È questo un evidente esempio di positiva valorizzazione delle risorse pubbliche che ha consentito di generare occupazione sul territorio e ritorni economici per l’Amministrazione pubblica.
Anche il socio Provincia esprime apprezzamento per l’operazione di alienazione delle partecipazioni di Cassa del Trentino, coerente con il piano di razionalizzazione societaria a suo tempo approvato, tenuto conto anche delle tutele che sono state previste per la salvaguardia del personale di Paros, acquisito da Argentea.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone