Home | Economia e Finanza | Quella della digitalizzazione è «un sentiero incerto»

Quella della digitalizzazione è «un sentiero incerto»

I risultati della ricerca sulla digitalizzazione delle imprese trentine promossa dalla Camera di Commercio di Trento e curata da Community Media Research

Per fare il punto sul grado di digitalizzazione delle imprese trentine e analizzare come stiano affrontando il processo di informatizzazione, quali difficoltà riscontrino e quali siano le aree in cui intervenire, la Camera di Commercio di Trento ha promosso una ricerca i cui risultati sono stati presentati stamane da Daniele Marini, docente di sociologia dei processi economici presso l’Università degli studi di Padova e responsabile scientifico di Community Media Research, la società di Milano che si occupa dello sviluppo di strumenti e approcci d’analisi innovativi.
Nell’indagine è stato coinvolto un campione di oltre 800 imprese trentine, iscritte al Registro camerale che operano nei settori del commercio, del manifatturiero, del ricettivo, dei trasporti, delle attività professionali, scientifiche e tecniche, dell’informazione e della comunicazione.
«Tra gli imprenditori intervistati – ha spiegato il professor Marini – il 58,9% ritiene che la propria impresa sia abbastanza e molto tecnologica. Un terzo (34,5%) dichiara di avere aumentato i propri investimenti nel digitale in azienda nel 2018, mentre il 57,6% li ha lasciati invariati rispetto all’anno precedente. Solo il 7,9% afferma di averli diminuiti. Peraltro, va sottolineato come nella quasi totalità dei casi si tratti di risorse provenienti dalla azienda stessa, quindi da autofinanziamento.»
 
«A fronte di un novero significativo di imprese che ha intrapreso il sentiero della digitalizzazione – ha continuato Daniele Marini – fa da contrappeso la quantità di investimento economico destinato: oltre i due terzi (69,9%), infatti, ha allocato meno di 2mila euro nel corso del 2018. Dunque, si può a ragione sostenere che una buona parte del sistema produttivo trentino si sia di fatto incamminato sui processi di digitalizzazione, ma che, in virtù del livello degli investimenti, siamo ancora ai primi tratti del sentiero.»
Anche la dotazione tecnologica e gli applicativi digitali posseduti dalle imprese è stata oggetto di analisi. Sommando la strumentazione tecnologica alle soluzioni digitali possedute è stato possibile costruire un profilo degli imprenditori trentini.
Lo 0,5% è definito «analogico» (quanti non possiedono alcuna attrezzatura di tal specie o soluzioni applicative); il 27,3% è «basic» (utilizzano strumentazione tecnologica, ma non applicativi digitali); il 66,2% è «follower» (impiegano sia strumentazioni che applicativi, seppure in misura contenuta) e il 6,0% è «digital» (adoperano più di altre una molteplicità di apparecchiature tecnologiche e di applicativi digitali).
 
«Dunque – ha sintetizzato il professor Marini – siamo in presenza di un quadro composito, colorato da tinte diverse. Se le imprese più attardate hanno bisogno di sostegni e percorsi su cui indirizzarsi per avviare processi di digitalizzazione; altre, invece, hanno necessità di iniziative e politiche facilitatrici per proseguire nelle loro performance economiche positive. Perché il sistema produttivo presenta velocità diverse e situazioni diversificate che vanno accompagnate con un’attenzione particolare, con interventi e soluzioni in classico stile artigianale: personalizzato sulle singole esperienze imprenditoriali.»
«La digitalizzazione – ha commentato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – è un argomento sicuramente importante, strategico e straordinariamente difficile da inquadrare all’interno di schemi definitivi. Ecco perché abbiamo ritenuto importante poter disporre di materiale analitico aggiornato che rappresenti con buona approssimazione qual è lo stato dell’arte nella nostra provincia. Lo scopo è quello di proseguire l’impegno cominciato due anni fa con il progetto di sistema Impresa 4.0 e sostenere nel modo più adeguato il processo evolutivo delle aziende correlato alla diffusione delle tecnologie digitali.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone