Home | Economia e Finanza | Commerciale | Concorso APE, vince il «natural garnì» di Vigolo Vattaro

Concorso APE, vince il «natural garnì» di Vigolo Vattaro

Premiazione con il vicepresidente Pacher a Trento Fiere del terzo concorso per edifici a basso consumo energetico

image

È la Casa Vigolana - Natural Garnì di Vigolo Vattaro l'edificio risultato vincitore del terzo Concorso per Edifici sostenibili promosso dall'Agenzia provinciale per l'energia.
A premiare il progetto, stamane a Trento Fiere, il vicepresidente della Provincia Alberto Pacher.
 
«La costruzione di edifici a basso consumo energetico e ad alta sostenibilità ambientale – ha detto Pacher – si sta sempre più diffondendo in Trentino. Il processo di diffusione di metodologie progettuali si rafforza e ne sono indicatore diretto lo spazio che queste metodologie hanno trovato all'interno delle manovre anticongiunturali della Provincia e le centinaia di domande all'Agenzia provinciale per l'energia per contributi di sostegno al settore.»
 
 Questa la motivazione del premio 

Casa Vigolana è l’edificio che ha riportato complessivamente il miglior punteggio, derivato da un progetto di buone prestazioni in tutte le aree di valutazione, utilizzando appieno ed efficacemente materiali e tecniche per la sostenibilità e l’efficienza energetica.

Nove erano i progetti presentati quest'anno al concorso dell'APE.
Accanto al primo premio (committente Luigi Demattè, progettista architetto Mirko Ognibene, impresa costruttrice Demattè Roberto), sono stati premiati anche i progetti distintisi nelle sezioni «Architettura» (Centro polifunzionale per attività produttive commissionato da Trentino Sviluppo), «Sostenibilità» (Nuova sede Bauer Spa) ed «Energia» (Casa Bertolla).
Tutti i progetti presentati sono esposti in un apposito stand al salone DOMO 2012.
 
L’iniziativa del concorso, nata nel 2010 nell’ambito del Progetto europeo «ILETE», ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare gli edifici realizzati in provincia con tecniche e metodologie che garantiscano il più basso impatto energetico e ambientale delle costruzioni.
Insieme all’Agenzia Provinciale per l’Energia, hanno collaborato all'iniziativa l’Associazione Artigiani e Piccole Imprese, la sezione trentina dell’Associazione Nazionale Costruttori, gli Ordini e Collegi professionali e il Distretto Tecnologico Trentino.
 
Intervenendo alla premiazione, l'assessore Pacher ha espresso la propria soddisfazione per il fatto che la crescente sensibilità verso le nuove tipologie progettuali e costruttive orientate al risparmio energetico ed alla sostenibilità ambientale «si svincolano sempre più dal solo sostegno pubblico ed entrano nelle logiche di mercato grazie anche alla disponibilità di strumenti di valutazione quali la Certificazione energetica provinciale e i protocolli di sostenibilità LEED NC, GBC HOME e ARCA, quest’ultimo realizzato espressamente per gli edifici costruiti in legno».
 
«Rafforzare questi processi di rete è la direzione giusta – ha affermato Pacher – perché la cosiddetta Green economy è fatta soprattutto delle tante piccole iniziative che anche in Trentino (penso all'uso sempre più diffuso del legno nella nuova edilizia sostenibile) si fanno strada.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni