Home | Economia e Finanza | Cooperazione | Positivo il bilancio della Cooperativa Viticoltori in Avio

Positivo il bilancio della Cooperativa Viticoltori in Avio

«La sinergia tra Cooperazione e Provincia farà la differenza per il futuro»

«Voglio ribadire qui oggi - e il Presidente Fugatti lo ha già anticipato nelle scorse settimane - il mio impegno per poter trovare un raccordo ulteriore tra la Provincia e la Cooperazione trentina. Sono due realtà importanti e strategiche che possono dare ancora di più e possono creare maggiormente una cultura di unione che ci porterà a differenziarci anche in futuro.»
È il messaggio principale che l'Assessore provinciale alla Cooperazione e Vicepresidente della Provincia, Mario Tonina, ha portato ieri mattina nel corso dell'Assemblea dei Soci della Cooperativa Viticoltori in Avio.
 
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione, Lorenzo Libera - riconfermato anche per i prossimi tre anni - ha presentato un bilancio positivo con un ammontare del liquidato ai Soci migliore rispetto all'esercizio precedente e un utile di oltre 345 mila Euro che consente al patrimonio netto di raggiungere quasi la somma di 2,75 milioni di Euro.
«Questi ottimi risultati – ha affermato il Presidente Libera – sono la riconferma dell'efficacia del sistema cooperativo che si concretizza nel rapporto tra Cantine di primo grado e Cavit.
«L'auspicio è che una parte del valore aggiunto ottenuto dalle sinergie del binomio e trasferito alla nostra comunità agricola, venga reinvestito nel reimpianto dei vigneti per contrastarne l'invecchiamento e nel mantenimento del patrimonio di competenza della Cantina di Avio con una maggiore e sempre necessaria attenzione alla tutela dell'ambiente mediante rispettose pratiche agronomiche.»
 
«Mi voglio complimentare per i risultati che avete presentato, – ha poi affermato il Vicepresidente Tonina. – Sono il frutto di un impegno e di un lavoro collegiale molto importante. State andando nella giusta direzione.
«Se il Trentino può vantare quello che altri territori di montagna oggi non possono dire è frutto sicuramente di quanto la politica in passato ha saputo fare e questo sarà anche il mio impegno personale e dell'intera Giunta per salvaguardare e sostenere convintamente i territori di montagna.
«Lo abbiamo visto anche in occasione della recente ondata di maltempo: credo che questo fatto ci deve portare a ragionare ancora di più chi fa politica in termini di prevenzione, in termini di sostegno favorendo tutta la comunità.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone