Home | Economia e Finanza | Cooperazione | Cassa Rurale di Trento, Assemblea Ordinaria dei Soci

Cassa Rurale di Trento, Assemblea Ordinaria dei Soci

È convocata per le ore 20 di mercoledì 15 maggio presso il BLM Group Arena per l’adesione al Gruppo Cassa Centrale Banca - Credito Cooperativo Italiano

La Cassa Rurale di Trento ha redatto il Bilancio in ossequio dei principi contabili internazionali IAS/IFRS e nel rispetto delle disposizioni della Banca d’Italia.
Il totale delle masse amministrate (raccolta diretta, indiretta e crediti alla clientela) ha registrato a fine 2018 il risultato globale di 3.578,7 milioni di euro.
La raccolta diretta si è attestata a 1.628,7 milioni di euro. La raccolta indiretta, rappresentata dai titoli amministrati e dal risparmio gestito per conto della clientela, oltre ad altri prodotti finanziari ed assicurativi, è aumentata a 971,8 milioni di euro.
In tale importo la componente del risparmio gestito ha espresso un’incidenza pari al 64,87%. La raccolta complessiva ammontava quindi, a fine 2018, a 2.600,5 milioni di euro.
Gli impieghi o crediti alla clientela si sono assestati a 978,2 milioni di euro, con una decisa contrazione del credito «non performing», cioè le attività di credito deteriorate, che sono scese in corso d’anno a 70,5 milioni di euro rispetto ai 135,6 milioni di euro di fine 2017.
 
Il conto economico ha chiuso l’anno registrando un utile netto di 4,718 milioni di euro (con un più 13,6% rispetto all’anno precedente).
Il patrimonio, fondamentale elemento di solidità e garanzia di operatività, raggiungerà dopo il riparto dell’utile 2018 un valore contabile di 157,6 milioni di euro.
I fondi propri, al netto delle rettifiche e integrazioni disposte da Banca d’Italia, risultano a fine anno pari a 159,6 milioni di euro, esprimendo un ragguardevole «Total Capital Ratio» (l’indice cioè di «solidità» della Cassa) pari al 16,52%.
Questi numeri collocano la Cassa Rurale di Trento nella prima fascia di merito, secondo la classificazione del modello «risk-based» della Capogruppo, conservando in questo modo ampia autonomia gestionale.
Tre le cariche consigliari in scadenza per le quali si ricandidano gli Amministratori uscenti, signori Debora Cont, Giulia Degasperi e Paolo Frizzi.
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone