Home | Economia e Finanza | Cooperazione | Cooperative lavoro e servizi, crescono occupazione e fatturato

Cooperative lavoro e servizi, crescono occupazione e fatturato

La produzione cresce del 6,7%, e traina l’aumento dell’occupazione, con 445 nuovi addetti nel 2018 (+7,3%) – I risultati sono migliori per le imprese più strutturate

Sono 146 le cooperative di lavoro e servizi che aderiscono alla Federazione.
È il settore più diversificato della cooperazione, che comprende imprese impegnate in molte attività: dalle coop di servizi, come i consorzi elettrici o alcune Apt, ad esempio, a quelle di produzione e lavoro, che hanno come scopo principale garantire occupazione ai propri soci.
Tra queste si annoverano cooperative di costruzioni, ambiente, verde, ecologia, eccetera.
«Il settore è in salute – ha spiegato il responsabile del settore Giuliano Bernardi, – con il valore della produzione complessivo stimato per il 2018 667,3 milioni di euro, in crescita del 6,7% rispetto all’anno precedente.»
 
Cresce l’occupazione.
Attualmente sono impiegati circa 6.575 lavoratori con una crescita del 7,3% rispetto all’anno precedente, pari a 445 nuove assunzioni. L’81% è assunto a tempo indeterminato.
Riguardo l’orario di lavoro, il 56% degli addetti è a tempo pieno. Il 76% delle donne ha un contratto part-time, una percentuale che si ribalta (20%) per gli uomini.
Nel dettaglio, le 92 cooperative di lavoro hanno amentato la produzione nel 2018 del 8,3% a 288,3 milioni.
La tendenza prosegue ormai da quattro anni. Ma la crescita non riguarda tutte le imprese. Vanno meglio quelle più strutturate e di dimensioni adeguate. In aumento anche il patrimonio del 4,4%.
Nelle 54 cooperative di servizi il valore della produzione cresce +6,3%, ed è pari a circa 380 milioni di euro. Il fatturato è fortemente concentrato (circa l’80% del totale) in 21 cooperative.
Si rafforza il patrimonio netto (+6,7%) e cresce l’occupazione del 2,1%. Anche in questo caso le dimensioni maggiori premiano il risultato.
 
«Questi dati – afferma il vicepresidente della Federazione Germano Preghenella – riconoscono il forte impegno del settore che ha affrontato con la massima determinazione il lungo periodo di crisi.
«Sono convinto che un’etica nel comportamento e una attenzione al territorio siano elementi importanti nel nostro lavoro.
«Rimangono delle aree di criticità, ma nel complesso il mondo della cooperazione di lavoro e servizi gode di buona salute.
«Dovremo incentivare sempre di più le nostre associate ad esplorare tutte le opportunità per crescere e fare alleanze, sia attraverso contratti di rete sia con le aggregazioni.
«Una buona organizzazione e una struttura adeguata sono fondamentali per essere competitivi.»
 
La presidente Marina Mattarei ha chiuso i lavori ricordando l’importanza e l’attualità del modello cooperativo, recentemente rilanciato anche dal Presidente della Repubblica il quale, in occasione del centenario di Confcooperative, ha ricordato l’importanza della cooperazione come «terza via» tra Stato e privato.
Il ricambio generazionale è uno dei temi che vedranno impegnate le cooperative, specie le più piccole, dove è più difficile trovare nuovi soci in grado di pendere il testimone.
Qualità, sostenibilità ambientale, digitalizzazione e cooperazione di comunità sono alcune delle parole chiave emerse tra le proposte di sviluppo del settore.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone