Home | Economia e Finanza | Cooperazione | Cooperazione Trentina e Fondazione Pezcoller ora più vicine

Cooperazione Trentina e Fondazione Pezcoller ora più vicine

I rispettivi presidenti Marina Mattarei ed Enzo Galligioni hanno firmato una lettera d'intenti che individua i campi di collaborazione nella formazione e comunicazione

La Fondazione Pezcoller e la Cooperazione Trentina da oggi sono più vicine.
Stamani, nella sede della Federazione a Trento, i due presidenti Enzo Galligioni per la Fondazione Pezcoller e Marina Mattarei per la Federazione Trentina della Cooperazione, hanno firmato una lettera di intenti per rafforzare la collaborazione tra i due enti in un settore fondamentale come la ricerca, in particolar modo quella contro il cancro.
«La cooperazione ha tra i suoi principali obiettivi il miglioramento delle condizioni di benessere dela popolazione, e la Fondazione Pezcoller, fortemente radicata sul territorio, ha dimostrato nel campo della ricerca scientifica forte capacità di attrarre in Trentino i migliori scienziati attraverso il Premio omonimo e le numerose iniziative di studio e ricerca che si svolgono anche al fuori del Premio. La Cooperazione sarà al fianco della Fondazione per promuovere queste iniziative di altissimo valore sociale», ha commentato la presidente Marina Mattarei.
 
Il presidente della Fondazione Pezcoller, Enzo Galligioni, ha ringraziato la presidente per il sostegno della Cooperazione, e le ha anticipato che, il prossimo 11 ottobre, sarà a Trento il Premio Nobel per la medicina 2018 James P. Allison, già vincitore del Premio Pezcoller nel 2015.
«L’accordo di oggi – ha spiegato Galligioni – ha lo scopo di consolidare una collaborazione già esistente con la Federazione Trentina della Cooperazione, dare una cornice a questa collaborazione e sviluppare ancor di più la possibilità di ricaduta e di integrazione tra le attività della Fondazione e la Federazione Trentina della Cooperazione.»
La collaborazione tra i due enti si sostanzierà in iniziative di comune interesse, particolarmente nei campi della comunicazione e della formazione, utilizzando gli strumenti, le conoscenze e le risorse logistiche o tecniche reciproche.

Cosa fa la Fondazione Pezcoller
La Fondazione Pezcoller da oltre 30 anni è inserita nel panorama scientifico internazionale della Ricerca sul Cancro, diventando progressivamente una realtà tra le più conosciute e rispettate in questo ambito, per la qualità ed il prestigio delle proprie attività:
- Premio Internazionale alla Ricerca sul Cancro, in collaborazione con l’Associazione Americana per la Ricerca sul Cancro: ormai 4 dei 25 premiati hanno successivamente ricevuto il premio Nobel con le stesse motivazioni.
Tutti i premiati sono venuti a Trento ad incontrare la nostra comunità.
 
- Simposi annuali Pezcoller: ininterrottamente da 30 anni, trattano e spesso anticipano i temi più caldi della ricerca scientifica sul cancro, coinvolgendo sempre i massimi esperti internazionali.
I Simposi sono una occasione unica di scambio di conoscenze, tra addetti ai lavori e di interazione con i giovani ricercatori, particolarmente trentini.
 
- Premio Europeo riservato ai giovani ricercatori Europei.
È organizzato in collaborazione con l’Associazione Europea per la Ricerca sul Cancro (EACR), e destinato ai ricercatori che, nonostante la giovane età, abbiano raggiunto risultati di eccellenza
 
- Supporto alla Ricerca Italiana e Trentina, con Borse di Studio per progetti di ricerca da svolgere in istituzioni Italiane o Trentine, organizzate in Collaborazione con la Società Italiana di Cancerologia, o rispettivamente con il CIBIO- Università di Trento.
 
- Seminari Pezcoller ed altre Iniziative in campo medico, a supporto principalmente della comunità medica trentina, ma anche di carattere divulgativo per la popolazione, come la Collaborazione con il Muse, iniziata di recente.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni