Home | Economia e Finanza | Agricoltura | Il Coro Sass Maor all'edizione 2019 della Desmontegada

Il Coro Sass Maor all'edizione 2019 della Desmontegada

Dal 19 al 22 settembre le vie dei principali centri del Primiero si coloreranno e si addobberanno a festa per celebrare la consueta sfilata di domenica

image

>
Le belle giornate di sole che stanno accompagnando questa prima parte di settembre non devono ingannare: anche nel cuore delle Dolomiti l’estate sta per terminare e, come da tradizione, per il bestiame è tempo di ridiscendere a valle.
Anche quest’anno, in occasione del rientro degli animali nelle stalle, tutto il territorio si prepara ad una grande festa popolare: la Gran Festa del Desmontegar, che quest’anno raggiunge il traguardo speciale della ventesima edizione.
Così, dal 19 al 22 settembre le vie dei principali centri della valle di Primiero si coloreranno e si addobberanno a festa per celebrare al meglio un evento ricco di mostre, visite guidate e passeggiate enogastronomiche, che si concluderà con la consueta sfilata di domenica.
 
La ventesima edizione della Gran Festa del Desmontegar porterà con sé anche una grande novità: venerdì 20 settembre alle ore 21:00 sui prati della campagna di Tonadico si terrà un concerto del Coro Sass Maor davvero speciale, inserito come spettacolo inaugurale della tre giorni di appuntamenti in programma per la Desmontegada.
Un concerto che si preannuncia unico nel suo genere: una serata all'insegna di armonie e sapori, dove ai canti della tradizione saranno abbinate degustazioni dei principali formaggi del Caseificio di Primiero, dal Trentingrana di malga, al Primiero fresco e stagionato fino ad arrivare al Dolomiti, solo citarne alcuni, in un’esperienza sensoriale davvero tutta da gustare, in quanto coinvolgerà sia l’udito che il palato.
Oltre che il ventennale della manifestazione il concerto sarà un’opportunità speciale per festeggiare i 45 anni della fondazione del Coro, complesso di voci nato nell'autunno del 1974 che con i suoi 35 componenti rappresenta da molti anni un orgoglio per l’intero territorio.
 
La collaborazione, battezzata proprio «Armonie e Sapori» fortemente voluta e rinsaldata nel corso della stagione estiva da una serie di esibizioni del coro nelle location più insolite, dalle sale della stagionatura dei formaggi fino ai pascoli di Passo Rolle. E anche per questa speciale esibizione il Coro Sass Maor ha scelto una location singolare, i prati della Campagna di Tonadico (con recupero all'Auditorium in caso di maltempo), proprio per evidenziare il profondo rapporto che lega i canti popolari locali con il mondo agricolo che è il protagonista principale della Desmontegada: il concerto sarà anche l’occasione per presentare al pubblico la nuova canzone dedicata al mondo del formaggio intitolata appunto «Formai», che promette di diventare uno dei classici del repertorio.
 
Per il resto la manifestazione ripropone tutti gli appuntamenti ormai consolidati negli ultimi anni: dopo la Mostra Concorso Bovina di giovedì 19 settembre a Fiera di Primiero, il venerdì prevede un doppio appuntamento: il CheeseNic a Pan e Formai lungo la Strada dei Formaggi delle Dolomiti, goloso finale di una passeggiata tra i boschi di San Martino di Castrozza, e il pomeriggio tutto dedicato al mondo degli agritur, che scenderanno in piazza a Tonadico per rendere omaggio con golose degustazioni allo yogurt e alla panna.
Il sabato sarà invece la giornata dedicata per tradizione a En dì al Maso, passeggiata enogastronomica che quest’anno tornerà a Imèr, con un percorso di 6 km a scendere lungo il versante soleggiato che dal Passo Gobbera porta al centro del paese.
 
Un’occasione per scoprire un angolo di territorio fuori dalle rotte turistiche, ma denso di storie di uomini e donne.
Questo fitto programma precederà il gran finale di domenica, la Desmontegada vera e propria, quando il lungo e colorato corteo di bovine da lette, manze, vitelli e cavalli, accompagnati dalle famiglie di allevatori in abito tradizionale, sfilerà con allegria per i paesi di Primiero.
Si tratterà di un corteo lunghissimo, il più lungo delle Alpi: saranno più di 30 i gruppi coinvolti, tra cui una ventina di famiglie contadine a cui si aggiungeranno numerose bande musicali ed alcuni gruppi folkloristici.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni